mercoledì, 25 aprile 2018 - 8:45
Home / Notizie / Ecologia / Digital Light: Mercedes-Benz illumina la strada in HD

Digital Light: Mercedes-Benz illumina la strada in HD

Tempo di lettura: 2 minuti.

La ‘DIGITAL LIGHT’ crea un netto valore aggiunto in termini di sicurezza durante la guida notturna. Questa luce gestita da software consente un livello inedito di efficienza di guida, performance e comunicazione.

Secondo gli ingeneri Mercedes il futuro dell’illuminotecnica in campo automotive è rappresentato dalle luci abbaglianti in qualità HD, che non causano l’abbagliamento degli altri utenti della strada. Questa tecnologia rivoluzionaria risplende per le sue performance straordinarie e, oltre a un’efficienza di guida avveniristica, consente anche di comunicare.

In ognuno dei nuovi fari in qualità HD lavorano chip con oltre un milione di microspecchi, quindi oltre due milioni complessivamente per vettura. La logica di azionamento intelligente necessaria per la distribuzione della luce è stata sviluppata direttamente da Mercedes-Benz.

Tramite i sensori della vettura, gli algoritmi ricevono informazioni dettagliate sull’ambiente circostante e, su tale base, calcolano in tempo reale il valore di luminosità di ciascuno degli oltre due milioni di pixel. Grazie a tale dinamismo e a tale precisione, questo sistema intelligente crea possibilità pressoché illimitate per una distribuzione della luce ideale e ad alta risoluzione, capace di adeguarsi in modo ottimale alle condizioni ambientali. “Il fattore decisivo non è la tecnologia presente nei fari, ma l’intelligenza digitale che la regola”, ha dichiarato Gunter Fischer, Responsabile Exterior Body Development e Vehicle Operating Systems di Daimler AG.

DIGITAL LIGHT 19

L’innovazione è stata sviluppata da Mercedes-Benz insieme a due aziende partner ed è un buon esempio di stretta collaborazione interna tra Daimler Research e il settore Sviluppo Autovetture, finalizzato alla produzione di serie. Sensori radar e telecamere riconoscono gli altri utenti della strada, potenti computer analizzano in millesimi di secondo i dati e le mappe digitali e, su tali basi, comandano i fari in modo da adattare la distribuzione della luce in funzione di ogni specifica situazione.

Il risultato: una visibilità ottimale per il guidatore, senza abbagliare gli altri utenti della strada, e innovative funzioni che garantiscono un notevole valore aggiunto sul fronte della sicurezza.
“Con la nostra strategia ‘DIGITAL LIGHT’ non puntiamo a raggiungere record in termini di profondità d’illuminazione, ma ad ottenere, grazie alla luce digitale, la migliore visibilità e la massima brillantezza senza effetto abbagliante. Ottimizzano in misura rilevante la sicurezza durante la guida notturna anche innovative funzioni di supporto per il guidatore e scenografie che consentono di comunicare con gli altri utenti della strada”, ha dichiarato Gunter Fischer.

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

Ikea Nissan

Nissan e Ikea insieme per una mobilità più sostenibile

Tempo di lettura: 1 minuto. Dopo la prima colonnina ufficiale installata all’ Ikea di Padova, continua la collaborazione tra Nissan …

something