in

Doppietta Citroen al Rally di Turchia 2019: il mondiale è riaperto

rally di turchia 2019
Tempo di lettura: 2 minuti

Le facce erano particolarmente lunghe qualche settimana fa dopo il Rally di Germania, dove il campione del mondo era tornato a casa con un misero ottavo posto e le speranze di conquistare l’ennesimo mondiale ormai appese a un filo. Il Rally di Turchia 2019 ha invece ribaltato tutti i pronostici, con una prova convincente di entrambe le C3 WRC in livrea del centenario, alla prima doppietta nel mondiale. Ogier ha infatti concluso davanti al compagno Lappi e la corsa al titolo è ufficialmente riaperta, a tre appuntamenti dalla conclusione del mondiale.

Questa doppietta, la prima per il team Citroen dal 2015, quando ancora correva la DS3, segna la terza vittoria della squadra diretta da Pierre Budar in questa stagione, dopo Monte Carlo e Messico, e il nono e decimo podio dell’anno.

Davvero importante il recupero di Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, con il duo che risale a 17 punti da Ott Tanak su Toyota Yaris WRC (primo con 210 punti), costretto al ritiro per un problema alla centralina nella seconda giornata del Rally di Turchia 2019.

Va detto che Ogier è stato bravo a rimanere incollato a Lappi, rimasto leader per le prime frazioni, prima di prendere il sopravvento sul compagno di squadra che si è reso protagonista di un clamoroso testacoda nella penultima speciale che avrebbe potuto compromettere la doppietta.

Altro sconfitto di questa tappa del mondiale è il belga Neuville, alfiere di Hyundai Motorsport. Terzo in classifica generale, a 13 punti da Ogier e 30 da Tanak, Neuville ha commesso un errore perdendo oltre 4 minuti in classifica generale. Per lui nono posto diventato poi ottavo con il ritiro dell’estone. Per Hyundai l’obiettivo è il mondiale costruttori e il terzo posto dell’ottimo Mikkelsen non può che far felice la compagine coreana con base in Germania.

Sébastien Ogier, raggiante alla fine del rally turco: “Avevamo bisogno di questa vittoria per poter tornare a lottare per il campionato, e sono molto felice di offrirla al team. Sapevamo che in un rally così difficile poteva succedere di tutto, ma siamo riusciti ad evitare le insidie con un approccio intelligente. È una bella iniezione di fiducia per tutti in vista della parte finale della stagione! Sappiamo che dobbiamo continuare a lavorare sodo e cominceremo già da domani.

rally di turchia 2019

Dì la tua

Alfa Romeo Montreal

Alfa Romeo Montreal, la supercar anni Settanta del Biscione

Clubman John Cooper Works

Mini Clubman John Cooper Works | Prova su strada