martedì, 18 dicembre 2018 - 16:02
Home / Notizie / Motorsport / Doppietta Ferrari al GP Ungheria: a Maranello si fa festa
GP Ungheria

Doppietta Ferrari al GP Ungheria: a Maranello si fa festa

Tempo di lettura: 2 minuti.

È un mondiale che vive di pathos quello della F.1 2017, ancora una volta in grado di eleggere la Ferrari e i suoi piloti come assoluti protagonisti della stagione iridata. Vettel, nonostante il problema allo sterzo, si aggiudica così la vittoria del GP Ungheria, ben protetto dallo scudiero Raikkonen, in grado di fare gioco di squadra nonostante la vittoria fosse ampiamente alla sua portata.

Hamilton regala punti alla Ferrari restituendo la posizione a Bottas prima del traguardo, nonostante il “peso” dei punti ai fini del Mondiale. Ora, prima della pausa estiva, torna a comandare Vettel con + 14 sul rivale inglese.

Le dichiarazioni dei piloti Ferrari dopo il GP Ungheria

Sebastian Vettel: “Tutta la squadra può essere davvero contenta e orgogliosa di quello che abbiamo fatto oggi! Al termine della gara mi sono scusato con Kimi, perché non riuscivo ad andare veloce e avevo avuto problemi per tutta la gara. Per Kimi non è stato certo comodo essere preso a sandwich fra due vetture. E’ stata una gara difficile, che alla fine però si è messa per il meglio. Ho avuto un problema con il volante ancora non conosco il motivo. Ovviamente dovremo evitare che capiti di nuovo, ma durante la gara non avevo scelte. Non è che si possa parcheggiare la macchina, controllare che tutto sia a posto e poi risolvere il problema. Era una sensazione strana, poco piacevole. Ma poi ad un certo punto ho dimenticato il problema e ho provato semplicemente ad abituarmici, il che non era facile, perché il comportamento continuava a cambiare e a peggiorare. Comunque, alla fine il ritmo c’era ancora. Più in generale, non mi piace la visione a breve termine di alcune persone per cui dopo una gara andata bene tutto è fantastico e tu sei l’eroe, ma dopo una gara andata male è un disastro. Non è giusto nei confronti di quelli che passano tutto il loro tempo lavorando tutti insieme sulla macchina. Secondo me abbiamo la vettura e il carico aerodinamico migliori, e questo ci non era successo per molti anni. Alla fine possiamo fare la differenza e finora l’abbiamo fatta. La prossima settimana avremo i nostri test qui e c’è molto lavoro da fare. Dopo ci sarà il GP del Belgio. Le nostre macchine sono andate bene lì e credo che avremo miglioramenti, per cui dovremmo essere a posto.

Kimi Raikkonen: “Oggi la macchina è stata fantastica, si comportava in maniera perfetta, ero sempre a mio agio; anche quando ero molto vicino a Seb era ottima da guidare. Non ero affatto preoccupato che le Mercedes potessero raggiungermi. Sono partito bene e ho affrontato bene la prima curva; poi non ho spinto troppo. In posti come questo è rischioso cercare di superare ed io non volevo forzare le cose con il mio compagno di squadra. Ma quando ti trovi tra due macchine non è mai facile. Quando mi hanno chiamato per il pit stop volevo rimanere in pista un po’ di più, perché sentivo di avere la velocità; ma la squadra ha una visione d’insieme e ho fiducia nel mio team. Sono stato dietro a Seb per tutta la gara, non riuscendo mai a sfruttare tutta la mia velocità. Oggi sapevo di avere i mezzi per ottenere un risultato anche migliore, ma avrei dovuto fare meglio in qualifica. Sono contento di questo risultato di squadra e questa è la cosa più importante. Sono qui per vincere, ma considerando il quadro globale è stata un fine settimana fantastico, ne abbiamo tratto il massimo.”

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Formula E

BMW vince e convince ma DS Techeetah è in testa alla Formula E

Dominatrice dei test pre-stagionali, BMW esce a testa alta dalla prima gara della quinta stagione …