venerdì, 14 Agosto 2020 - 16:49
Home / Notizie / Attualità / EasyPark Italia e Park It insieme per rendere il parcheggio sempre più smart
easypark e came parkare

EasyPark Italia e Park It insieme per rendere il parcheggio sempre più smart

Tempo di lettura: 2 minuti.

EasyPark Italia e Park IT hanno integrato le rispettive tecnologie per migliorare l’automazione nei parcheggi.

Efficienza, innovazione e affidabilità sono i concetti cardine che hanno dato vita al recente accordo di collaborazione siglato tra EasyPark Italia e Park It. L’obiettivo comune è quello di fornire agli utenti soluzioni all’avanguardia e di facile utilizzo per migliorare la mobilità urbana.

Cosa prevede la partnership

Gli utenti EasyPark Italia potranno accedere e uscire da tutti i parcheggi a barriera Park It in modo completamente automatico, senza ritirare ticket o attivare la sosta tramite smartphone e senza recarsi alle casse o chiudere la sosta con il cellulare per il pagamento. Il sistema, già operativo a Padova, arriverà presto in tante altre città italiane.

Giuliano Caldo, General Manager EasyPark Italia, commenta

In Park It abbiamo trovato un partner che condivide il nostro impegno a migliorare la mobilità urbana. Integrare tecnologie all’avanguardia come le nostre, consentendo all’automobilista di accedere e uscire dal parcheggio in modo fluido e veloce, significa favorire l’aumento dell’occupazione dei parcheggi, limitare il numero di auto in strada, riducendo contestualmente il traffico e l’inquinamento. Siamo orgogliosi di contribuire a rendere le città più vivibili, mettendo a disposizione servizi utili a favorire comportamenti più sostenibili da parte degli utenti.”

Sauro Rossi, CEO e fondatore Park It S.r.l, afferma

“La soluzione e l’integrazione condotta e realizzata con EasyPark è in linea con le nuove tecnologie in ambito di parcheggio a pagamento introdotte da Park It già a partire dal 2014, con i nuovi applicativi, le piattaforme software e le applicazioni di pagamento elettronico. Un processo di digitalizzazione evoluta nel campo degli accessi e delle modalità di pagamento consentite nelle aree di sosta, un modello di smart city favorito dalle nuove soluzioni ticketless-contactless, orientate alla dematerializzazione del titolo di parcheggio e al rispetto del distanziamento sociale e dalle nuove soluzioni anti-Covid che garantiscono la sicurezza degli individui.”

Autore: Naomi Ventura

Potrebbe interessarti

flavio manzoni ferrari roma

Intervista a Flavio Manzoni: “Vi racconto la nuova Ferrari Roma”

55 anni, una brillante carriera nel mondo dell’automotive, iniziata in Lancia e proseguita, step by …