in

Elon Musk non compra più Twitter… poi deride la sua “vittima” con i Tweet

Tempo di lettura: 2 minuti

Proprio quando l’affare dell’ultimo decennio sembrava fatto, qualcosa è andato storto. È quanto accaduto alla trattativa d’acquisto di Twitter da parte di Elon Musk. Il magnate dell’automotive era pronto a mettere sul piatto qualcosa come 44 miliardi di dollari per impossessarsi anche di Twitter, poi il CEO di Tesla ha rinunciato ufficialmente all’affare ed ora dovrà vedersela con i giudici americani, i quali potrebbero costringerlo comunque all’acquisto.

Elon Musk non compra più Twitter, mancherebbero delle informazioni

Stando a quanto dichiarato da Musk, la società che gestisce il social network non avrebbe fornito abbastanza informazioni sul numero di account falsi e bot che postano ogni giorno. Questo rappresentava il punto di partenza della trattativa avviata da Elon Musk, il quale ora si sfoga utilizzando proprio Twitter. Il numero uno di Tesla ha pubblicato un meme per prendere in giro il fatto che Twitter si sarebbe tirata la zappa sui piedi. Portando infatti la faccenda in tribunale, la società dovrà mostrare i dati richiesti e su cui avrebbe glissato finora. L’immagine mostra Musk che ride di gusto in ben quattro foto, accompagnate da queste didascalie:

  • “Dicevano che non avrei potuto comprare Twitter”;
  • “Poi hanno detto che non avrebbero diffuso le informazioni su account falsi e bot”;
  • “Ora vogliono costringermi a comprare Twitter in tribunale”;
  • “Ora dovranno pubblicare le informazioni sui bot in tribunale”.

Elon Musk non compra più Twitter, o forse sì

Twitter sta dimostrando le proprie ragioni ed è pronta, con l’ausilio dei propri legali, a forzare l’acquisto da parte di Musk. A confermare la possibilità di questa forzatura è anche una serie di esperti in diritto americano. Non si sa ancora come, ma pare che si andrà avanti con il processo, rendendo però incerta la fonte dei finanziamenti, in parte garantiti da banche che non sarebbero più interessate all’affare. Non è da escludere il raggiungimento di un accordo per un prezzo più basso, proprio questa ipotesi sembrerebbe essere l’obiettivo che Musk aveva sin dal principio.

commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Loading…

    0

    Crossover elettrico nel 2028, lo conferma Lamborghini

    Cantieri stradali 2022: ecco dove sono in Italia per partire informati