in

Emergenza Covid-19: anche Skoda si impegna nella lotta alla pandemia

mascherine skoda ffp3
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il mondo dell’automotive si sta mobilitando per contribuire alla lotta al Coronavirus e, tra le diverse case automobilistiche impegnate nell’impresa, tra i quali i cugini di Seat, c’è anche Skoda.

La Casa boema, in collaborazione con l’Università di Praga, ha sviluppato un processo di stampa 3D per la produzione di mascherine FFP3 riutilizzabili. A seguito della loro omologazione, il Ministero della Salute Ceco sta distribuendo questi dispositivi di protezione individuali a medici, infermieri e ospedali. Inoltre, grazie alla piattaforma di car sharing Hoppy Go creata da Skoda, oltre 200 auto e 150 scooter elettrici sono stati messi a disposizione di associazioni e volontari.

Skoda, fortemente coinvolta nella lotta alla diffusione del virus, ha realizzato un processo di stampa 3D per mascherine che, grazie alla particolarità del filtro sostituibile, possono essere riutilizzate più volte.

Grazie alla condivisione del progetto con Università e aziende private, la produzione giornaliera arriva a parecchie centinaia di unità. Alcune di queste, insieme a oltre 10.000 tute protettive, sono state inviate dal Governo della Repubblica Ceca all’Italia, a dimostrazione della vicinanza e del supporto comune in questa lotta che non conosce confini.

Dì la tua

Fiat 500

10 auto italiane che hanno fatto la storia

decreto 1 aprile 2020 dpcm giuseppe conte coronavirus

Decreto 1 aprile 2020: prolungamento chiusura attività e divieto spostamenti,