in

F1, Pagelle GP Italia 2022: Max quasi re, la FIA rimandata

Tempo di lettura: 3 minuti

Se lo facessero partire con un giro di ritardo, sarebbe capace di vincere lo stesso, perché Max Verstappen penalizzato pure a Monza (partiva settimo), vince ugualmente. Quinto successo consecutivo e le mani sempre più sul titolo mondiale, che a questo punto è mega meritato. Voto 10

Dopo un sabato con un giro da qualifica ai limiti dell’umano che gli regala la pole, Charles Leclerc deve arrendersi la domenica in gara ad una Red Bull di un altro pianeta. Charles prova a sfruttare una strategia diversa per provare a tallonare Max, ma semplicemente oggi non c’era storia. Voto 9

Altro podio per George Russell, campione di continuità. Ormai l’inglese classe 1998 non stupisce più, perché i suoi risultati sono continui e sempre di spessore. E’ con merito quarto in classifica irridata, e oltre alla soddisfazione personale tiene viva la lotta per il secondo posto costruttori contro la Ferrari. Semplicemente strepitoso. Voto 8

Gara da incorniciare anche per Sainz che, spinto dal meraviglioso pubblico di Monza, conclude la sua gara ai piedi del podio e considerando che partiva diciottesimo non è male. Francamente aspettarsi di più era impossibile. Adesso Carlos deve quanto meno andarsi a prendere il quarto posto in classifica piloti. Voto 8,5

Gara in rimonta anche per Lewis Hamilton che pian piano risale la classifica, di certo con meno ritmo rispetto a Sainz. Il pilota inglese per colpa delle penalità partita diciannovesimo e alla fine il sesto posto finale non è proprio da buttare via. Prima della pausa stava rimettendo la museruola a Russell, ma ora sono di nuovo 3 gare di fila che gli finisce alle spalle. Voto 6,5 

Sesto posto finale per Perez, anche lui penalizzato visto che partiva tredicesimo. Al netto di tutto una gara né carne né pesce che però gli fa perdere la seconda posizione in classifica irridata. Ha tempo per riprendersi ma forse era lecito aspettarsi qualcosina meglio vista la sua RedBull. Voto 5,5

Strepitoso anche Nick De Vries, chiamato all’ultimo a sostituire il convalescente Albon (colpito da appendicite). Sale su una Williams che praticamente non conosce e conclude la gara nono, prendendosi due punti. Ecco se pensiamo che gli è bastata una gara per fare più punti di Latifi si capisce tutto. Voto 8,5

Bravo anche Zhou che regala un punticino alla Alfa dopo un digiuno che durava da ben 7 gare. Bottas ha smesso di portare punti alla causa e ora ci sta provando a pensare lui. Il sesto posto costruttori appare blindato ma è meglio fare attenzione. Voto 7

Sta provando a salvare la stagione Pierre Gasly, nel 2020 vincitore qua a Monza e che invece quest’anno deve accontentarsi di un ottavo posto. Punti preziosi per un’Alpha Tauri che è all’inseguimento alla Haas e a cui manca solo un punto per l’aggancio al settimo posto costruttori. Voto 7,5 

Disastro Aston Martin, che deve spiegare perché non ha sostituito il motore a Vettel in Olanda per salvargli il week-end a Monza! Risultato? Il tedesco che ha già la testa al post F1 si ritira per guai alla power unit. Ritiro anche per Stroll a completare la frittata. Voto 4

Delusione anche per la Alpine fuori dai punti con entrambi i piloti. Alonso è costretto al ritiro, mentre Ocon chiude undicesimo fuori dalla zona punti. I 18 punti di vantaggio sulla McLaren sono ancora un discreto margine di sicurezza, ma ci sono ancora tante gare e tutto può accadere. Voto 5

Sparita dai radar la Haas che non va a punti da 5 gare. Troppe per conservare agevolmente il settimo posto nei costruttori. Occorre una decisa sterzata, perché Magnussen sembra aver perso la bussola, e Mick fa fatica nonostante tutto a fare punti. Il vantaggio iniziale sembra sparito e ora stanno iniziando i problemi. Voto 5

Male anche la FIA, e non la safety car, che forse è stata la scelta più sensata, ma perché non si possono scrivere regolamenti che lei stessa fatichi ad interpretare. 5 ore di attesa per avere una griglia di partenza dopo le qualifiche non sono accettabili, così come non è accettabile, ancora una volta vedere una gru in pista con i piloti che corrono. L’incidente di Jules Bianchi a volte se lo dimenticano e questo è intollerabile. Voto 3

commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Loading…

    0
    tornante lancia rally

    Incidente al Rally di Città di Torino: auto sulla folla [VIDEO]

    Inaugurata la prima colonnina Superfast all’Aeroporto di Milano Linate