in

FCA Heritage festeggia il cinquantesimo anniversario dell’Automotoclub Storico Italiano

Tempo di lettura: 1 minuto

Sono iniziate oggi a Bardolino (VR) e finiranno il 18 settembre le celebrazioni per il cinquantesimo anniversario dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI). ASI è la federazione formata da più di trecento club che riunisce oltre duecentomila appassionati di veicoli storici in Italia.

Tra i vari sponsor della manifestazione c’è FCA Heritage, la struttura che coordina tutte le azioni del gruppo italo americano nel variegato mondo dell’automobilismo storico e tramite FCA fornisce all’organizzazione dell’evento una flotta di Fiat 500X per il servizio di trasporto.

La manifestazione sarà invece l’occasione di ammirare due pezzi davvero rari della collezione ufficiale di FCA Heritage: la Fiat 525 SS del 1931 e la Fiat 508 CS Balilla “Coppa d’Oro” del 1934, che ha di recente partecipato all’edizione 2016 della Mille Miglia. Entrambe le vetture sono state recentemente restaurate e sfileranno sabato e domenica per la città di Torino, partendo dalla pista sul tetto del Lingotto fino a raggiungere la Reggia di Venaria.

Domani le celebrazioni si sposteranno da Bardolino dove il club venne fondato nel 1966 a Torino, più precisamente al MAUTO (Museo Nazionale dell’Automobile) dove alle 9 e 30 il simposio internazionaleL’importanza del veicolo storico, aspetti culturali, artistici, sociali, economici e tecnologici del motorismo” aprirà la seconda giornata della manifestazione. Nel pomeriggio i lavori verranno aperti da Roberto Giolito, Responsabile di FCA Heritage, che affronterà la concezione del veicolo storico inteso come opera d’arte prima ancora di un mezzo meccanico. Il forum ha ottenuto l’alto patronato dell’UNESCO e sarà arricchito dalla presenza di una folta schiera di personalità pubbliche.

Nelle due giornate successive (16 e 17 settembre) il programma si articolerà a seconda delle tipologie dei veicoli partecipanti con il gran finale fissato domenica 18 settembre nella suggestiva Reggia Di Venaria. Vi rimandiamo al sito ufficiale dell’ASI per tutte le informazioni sul programma: http://www.asifed.it/

Dì la tua

Cina: la grande frode sui sussidi pubblici per i veicoli elettrici

Ecco il backstage del nuovo spot di Volkswagen Polo