in

Una delle cinque Ferrari 288 GTO Evoluzione andrà all’asta

Tempo di lettura: 2 minuti

La bellissima Ferrari 288 GTO Evoluzione rappresenta la volontà dello storico marchio modenese di entrare a far parte del Gruppo B. Questa vettura, più unica che rara, venne prodotta in appena cinque esemplari, stiamo parlando dell’evoluzione della Ferrari 288 GTO con diverse caratteristiche in grado di permettergli di adattarsi a tutti i regolamenti FIA previsti. Dopo una serie di spiacevoli incidenti, però, la categoria venne cancellata e di conseguenza il cavallino rampante rinunciò a costruire le altre 15 unità previste per l’omologazione, pertanto ne rimasero ben poche in commercio.

GTO 288 aperta

Sotto il cofano della Ferrari 288 GTO Evoluzione è presente il motore con sigla F114 CK, capace di sviluppare ben 659 CV di potenza. Con un peso piuma di soli 940 kg, vantava il miglior rapporto peso/potenza di qualsiasi rivale nel suo periodo ed era capace di raggiungere la velocità massima, impressionante, di 370 km/h. La vettura presenta un nuovo corpo disegnato da Pininfarina e realizzato interamente in fibra di vetro e kevlar, che in un certo senso ricorda la mitica Ferrari F40. Infatti, la Ferrari 288 GTO Evoluzione divenne un importante banco di prova e punto di partenza per sviluppare quello che sarebbe diventata il simbolo di un’era, ovvero la Ferrari F40.

Un esemplare veramente perfetto

Nel corso di un’asta che si terrà in Germania dal 19 al 21 ottobre 2022, RM Sotheby’s, oltre alla Ferrari F40 “Competizione”, proporrà un esemplare del 1987 con telaio n°ZFFPX16X0J0079488. Stiamo parlando della quarta, delle cinque, Ferrari 288 GTO Evoluzione mai costruite complessivamente e fu acquistata per la prima volta da un ricco industriale belga che era anche un pilota di auto da corsa private, un vero gentleman dell’epoca.

288 GTO front

D’allora, l’auto è stata di proprietà di numerosi collezionisti nel corso degli anni, tra cui Lawrence Stroll, per chi non lo sapesse è il proprietario e fondatore di Aston Martin F1 Team. Ora, la supercar arriva da un venditore in Germania ed è stata recentemente restituita a Michelotto per un tagliando completo.

288 GTO interni

Trattandosi di un gioiello, questa Ferrari 288 GTO Evoluzione ha bisogno di molta manutenzione, pertanto la maggior parte dei materiali deperibili sono stati sostituiti, così come ammortizzatori, pinze freno e pompa dell’acqua. Inoltre, sono stati revisionati i due turbocompressori, montati dei nuovi pneumatici e il cambio originale è stato riportato alle condizioni iniziali. Infine, la Ferrari 288 GTO Evoluzione è stata l’ultima auto da corsa GT approvata da Enzo Ferrari in persona.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Frontale Ferrari F8 tributo

    Ferrari F8 Tributo distrutta in un incidente stradale a Torino

    Mercedes GLA 2023: ancora un avvistamento per il crossover