in

In vendita la Ferrari 412 T2, quella del primo test di Schumacher a Fiorano

Ferrari 412 T2
Tempo di lettura: < 1 minuto

Un pezzo pregiato, molto pregiato, è pronto a finire tra le mani di un fortunato collezionista. La Casa d’aste Girardo & Co. ha pubblicato quello che potremmo chiamare un classico “annuncio” di una Ferrari 412 T2, non una qualsiasi, però…

Guidata da Jean Alesi in gara, questa 412 T2, progetto 157, fu la seconda monoposto costruita a Maranello per la stagione 1995 e debuttò in pista a Interlagos, all’epoca gara inaugurale del mondiale, mentre permise ad Alesi di salire sul podio a Imola, quando il transalpino concluse secondo sulle sponde del Santerno. Curiosamente, non fu sulla 157 che Alesi conquistò l’unica vittoria della sua carriera, al Gran Premio del Canada. 

A fine stagione, mentre Schumacher andava a conquistare il suo secondo mondiale sulla Benetton B195, Ferrari, di comune accordo col campione tedesco, decisero che era il caso…di anticipare i tempi. Il 16 novembre 1995 Schumacher arrivò per la prima volta a Fiorano, indossò una tuta bianca senza sponsor, si calò nell’abitacolo della Ferrari 412 T2 e mise in moto il 3.0 V12: mai avrebbe immaginato, o forse sì, ai tanti successi sarebbero seguiti negli anni da quell’istante così speciale. 

A Fiorano, quel giorno, si radunarono fotografi, stampa specializzata e più di 2.000 tifosi assiepati attorno alle reti del circuito. Furono più di 70 le tornate di Schumacher al suo debutto in rosso, una presa di confidenza che lo spinse ad esaltare le qualità di quel propulsore, l’ultimo V12 Ferrari a essere impiegato in F1. Seguì un altro test, questa volta all’Estoril in Portogallo, poi nel 1996 il debutto in gara, e la storia parla da sola. 

Ferrari 412 T2

La domanda, lecita, riguarda il prezzo, ma rimarrete delusi. Girardo & Co non l’ha comunicato… A voler usare un termine caro al mondo del mattone, trattasi di trattativa riservata.

Dì la tua

ferrari covid-19

Exor, Ferrari e FCA: gli Agnelli in prima linea per l’emergenza Covid-19

Lavaggio strade Torino

Pulizia delle strade per il Coronavirus: l’ipoclorito di sodio non serve, anzi