in

Ferrari e Covid-19: l’intenzione è riaprire il 14 aprile

Ferrari e Covid-19
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ferrari, dopo aver comunicato la chiusura degli stabilimenti fino al 27 marzo, oggi annuncia che il piano previsto è quello di continuare con la chiusura ancora per alcune settimane, con l’obiettivo di far ripartire la produzione a partire dal 14 aprile 2020 nonostante l’Italia sia ancora in piena emergenza Covid-19.

A Maranello stanno studiando un modo per garantire la rete di fornitura così da poter “alimentare” la catena di montaggio che permette di realizzare, quale risultato finale, auto che sono dei sogni su quattro ruote. 

Continuerà a essere sostenuto lo smart working, come già successo nelle settimane scorse, mentre chi non potrà tornare in fabbrica continuerà a ricevere il supporto di Ferrari in tutte le forme possibili e previste dalla legge e dalle manovre che il governo sta mettendo in atto dal punto di vista economico. 

Nel comunicato non viene citata la voce che era circolata nei giorni scorsi, ossia quella che FCA e la stessa Ferrari sarebbero state pronte a convertire parte della produzione o comunque destinare risorse al sostegno di Siare Engineering, azienda bolognese produttrice di ventilatori polmonari.

Rimane comunque una forte incertezza legata al termine di queste emergenza, un orizzonte che, al 27 marzo, appare ancora lontano. In questo senso la società si è riservata la data del 4 maggio 2020 per fornire ulteriori dettagli sulla guidance finanziaria, con una conference call che riunità la comunità di investitori per fare luce sui risultati del primo trimestre. 

Dì la tua

Ferrari F40 drift neve video

Una FERRARI F40 (con il portapacchi) che drifta sulla neve? Ecco il VIDEO

Goodwood festival of speed 2020

Rinviato il Goodwood Festival of Speed 2020: potrebbe svolgersi a fine estate