in

Ferrari F40 o 488 Pista: passato e presente si fondono in un render

Ferrari F40
Tempo di lettura: 2 minuti

Ferrari F40, il mito, possibilmente rosso, su quattro ruote. Ferrari 488 Pista, il desiderio di molti, la realtà di pochi. In comune? La passione, quella che ha spinto il designer e renderista Nicolas Proulx a elaborare una sorta di ibrido di ciò che oggi potrebbe essere la 488 Pista se ereditasse tutto il fascino, rivisto nel moderno, dell’ultima supercar prodotta con il Drake nonché fondatore del cavallino ancora in vita.

Il bravo designer ha scelto anche un nome per la sua creatura, chiamandola F48 FMP, (@fmpnick) e l’auto ha subito catturato la nostra attenzione per il fascino del render. Si notano subito elementi sia della Ferrari F40, sia della 488 Pista, a partire dalle celebri “stripes” bianche e blu che oggi rendono ancor più affascinante la supercar spinta dal V8 3.9 da 720 CV.

Al posteriore, invece, balza subito all’occhio l’alettone integrato con la carrozzeria che ha reso famosa la Ferrari F40, mentre un altro elemento derivato dall’iconica vettura sono i fari piccoli sovrastati dai celebri gruppi ottici a scomparsa, in questo caso chiusi.

Esperimento o meno, Ferrari potrebbe veramente fondere passato e presente per quella che sarà la prossima hypercar di Maranello, nonchè l’erede dell’attuale LaFerrari, presentata nel corso del 2013.

Se ci pensate, un po’ quello che è accaduto con le nuove serie speciali Icona, con l’arrivo della Monza SP1 e SP2, presentate al Salone Internazionale di Parigi dell’ottobre scorso. Vetture, se questo è il termine giusto, ispirate alle barchette a tetto scoperto del passato.

Se così fosse, a noi viene già l’acquolina in bocca. Nell’attesa che il sogno prenda forma, a voi il giudizio…

Dì la tua

Alfa Romeo 155 DTM V6 Ti

Come suona la Alfa Romeo 155 DTM V6 Ti [VIDEO]

nuova CLA 2019

Nuova CLA 2019 : Mercedes-Benz presenta a Las Vegas la CLS in miniatura