lunedì, 11 dicembre 2017 - 8:30
Home / Prove / Prove su strada / Ferrari GTC4Lusso | Prova su strada
Ferrari GT4Lusso

Ferrari GTC4Lusso | Prova su strada

Tempo di lettura: 4 minuti

Abbiamo messo alla prova l’ultima interpretazione della Casa di Maranello sul tema delle vetture in configurazione 4 posti, la Ferrari GTC4Lusso. Il suo nome richiama illustri predecessori come la 330 GTC e la 250 GT Berlinetta Lusso, che coniugavano eleganza e raffinatezza dei materiali a prestazioni estreme, proprio come la GTC4Lusso.

Le premesse sono elevate e l’aspettativa anche, nelle prossime righe vi sveliamo come va su strada la 12 cilindri del Cavallino.

Esterni: linee uniche ed eleganti nascondono il volume dell’auto

Il design della Ferrari GTC4Lusso reinterpreta in una chiave nuova il concetto di coupé shooting brake. Non è facile nascondere i 4.922 metri di lunghezza dell’auto, ma le linee dinamiche e scolpite della fiancata spezzano la massa complessiva, trasmettendo la sensazione di un volume compatto e molto atletico.

Sullo specchio di coda sono inseriti i fanali sdoppiati, un elemento tipico Ferrari. Oltre a marcare la spalla e ad allargare la vettura orizzontalmente, i codini di scarico contribuiscono a rendere più poderoso e aggressivo l’insieme del posteriore. Il frontale invece trasmette un’immagine di potenza ed eleganza armoniosa allo stesso tempo. Non era facile rendere armoniosa una vettura di queste proporzioni, ma gli uomini Ferrari si sono superati regalando un vestito unico a questa GTC4Lusso.

Interni: esempio perfetto di lusso sportivo

Se parliamo di interni la prima cosa che colpisce a bordo della Ferrari GTC4Lusso è la presenza su una Ferrari del Dual Cockpit. Infatti, se solitamente una Ferrari è pensata esclusivamente per il pilota, la GTC4Lusso è studiata per esaltare l’esperienza di guida e la condivisione delle emozioni. Ferrari GTC4Lusso - interni

Il Dual Cockpit prevede due aree funzionali contrapposte e bilanciate dedicate al conducente (Driver Cockpit) e al passeggero (Passenger Cockpit), divise dalla parte centrale che racchiude le funzioni di comfort comuni a entrambi gli occupanti. Il Passenger Cockpit è stato infatti progettato per garantire la massima raggiungibilità dei comandi, offrendo più comfort, grazie agli appoggiabraccia più morbidi; più funzionalità, grazie ai vani di servizio; più capienti e più facili da usare, e infine più moderno, grazie a uno schermo full HD e Full touch da 8,8”. Da quest’ultimo è possibile non solo visionare le performance e lo stato della vettura, come accadeva sulla precedente versione, ma addirittura di interagire con il sistema di bordo della vettura stessa. In questo modo, chi non guida diventa a tutti gli effetti un vero co-pilota.

A sottolineare le grandi doti da Gran Turismo, sulla GTC4Lusso troviamo anche un sistema infotainment con schermo 10,25” full HD capacitivo al passo con i tempi, pensato per la massima immediatezza d’uso e per la massima fruizione dei contenuti.

Ferrari GTC4Lusso prova Autoappassionati.it

Una chicca il tetto Low-E

Il tetto panoramico LOW-E è realizzato con vetro dotato di una tecnologia che permette di incrementare il comfort in vettura riducendo lo scambio termico tra l’esterno e l’interno. Con temperature esterne alte lo speciale trattamento del vetro riflette i raggi solari verso l’esterno mantenendo l’interno dell’abitacolo fresco; con temperature più basse il rivestimento riflette il calore interno dell’abitacolo per ridurre la perdita di temperatura verso l’esterno mantenendo quindi l’interno più caldo. Il nuovo tetto panoramico permette un uso minore del sistema di condizionamento dell’aria e offre la possibilità di guidare la vettura godendo di una sensazione “open-air”.

Alla guida della Ferrari GTC4Lusso: il SUV secondo Ferrari

Appena ci sediamo a bordo non possiamo non notare immediatamente quell’oggetto d’arte che è il volante di quest’auto. Tutte le principali funzioni sono racchiuse al suo interno in modo che il pilota non debba mai staccare le mani da esso. C’è il manettino, il pulsante di accensione e anche gli indicatori di direzione sono ora azionabili con un semplice “click” dal volante per non intralciare i cambi di marci attraverso le palette.

Sotto il cofano a spingere la Ferrari GTC4Lusso c’è il rotondo V12 da 6.262 cc con 690 CV e coppia massima di 679 Nm a 5.750 giri/min, con l’80% già disponibile a 1.750 giri/min. Le prestazioni non sono da hypercar, ma da sportiva vera con la velocità massima di 335 km/h e accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi e lo 0-200 km/h in 10,5 secondi. Dati che ci ricordano le prestazioni della Ferrari 458, quindi potete capire di che livello stiamo parlando.

Ferrari GTC4Lusso - motore V12

La GTC4Lusso è la prima Ferrari ad essere equipaggiata con l’evoluzione del sistema quattro ruote motrici 4RM EVO, integrato con le ruote posteriori sterzanti. Questo sistema consente a chi è al volante della Ferrari GTC4Lusso di poter sfruttare le straordinarie performance in tutte le condizioni: su strade con bassa aderenza, si traduce in una stabilità costante (con la trazione al 90% dietro che passa all’anteriore sono in caso di necessità) per un’aumentata sensazione di controllo e sicurezza. Su strade ad alta aderenza, invece grazie alle 4 ruote sterzanti, il tutto è tradotto in una migliore agilità e una percorrenza più stabile e precisa, per una maggiore velocità di inserimento in curva.

Durante il nostro test abbiamo particolarmente apprezzato il lavoro del sistema di ruote posteriori sterzanti che permette di rendere la vettura davvero più agile in ingresso di curva, limitando così le correzioni richieste al pilota in percorrenza e uscita. Le dimensioni e il peso dell’auto così sono quasi inavvertibili e lo sterzo ha una precisione chirurgica permettendo di pennellare le curve con estrema disinvoltura, senza entrare mai in crisi.

Queste primizie si aggiungono ad altri componenti che fanno parte del patrimonio di Ferrari, come il differenziale autobloccante elettronico, il controllo elettronico delle sospensioni, il velocissimo cambio Cambio F1 a doppia frizione 7 marce e il controllo della trazione F1-Trac che regalano un’esperienza di guida unica, tipicamente Ferrari. I freni carboceramici di serie completano il quadro delle prestazioni al top di quest’auto.

Ferrari GTC4Lusso

Se combiniamo le prestazioni della Ferrari GTC4Lusso con 4 posti comodi e un bagagliaio da 450 litri che diventano 800 con i sedili posteriori abbattuti, il mix spazio-dinamica di guida diventa imbattibile.

Se vi dicessimo di pensare ad una vettura 4×4, spaziosa, lussuosa e confortevole con prestazioni di alto livello probabilmente quello che immaginereste d’istinto sarebbe un SUV sportivo. Elementi che per la totalità di costruttori portano ad una sola tipologia di auto, ma che in casa Ferrari hanno dato vita alla GTC4Lusso, l’auto totale. Perfetta per l’utilizzo di tutti i giorni, in grado di portarvi ovunque ed in qualsiasi condizione, spaziosa ed accogliente per 4 passeggeri, performante come una supercar con un sound appagante di un V12 d’altri tempi. What else?

Il prezzo della Ferrari GTC4Lusso è di 270 mila euro, ma per chi può permettersi questa cifra sono soldi assolutamente ben spesi. Inoltre, è incluso il programma 7 Years Maintenance che prevede la copertura di tutti gli interventi di manutenzione ordinaria per i primi 7 anni di vita della vettura.

Autore: Federico Ferrero

Direttore Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

Fiat 500L Cross

Fiat 500L Cross | Prova su strada

Tempo di lettura: 5 minuti5 anni fa nasceva la Fiat 500L e la famiglia 500 iniziava ad allargarsi, in …