in

Ferrari Portofino M: Listino Prezzi, Dimensioni, Interni, Motore

Ferrari Portofino M
Tempo di lettura: 3 minuti

Si presenta come l’ultima versione dell’ormai ampia famiglia di GT 2+ del cavallino, considerando le spider (Portofino) e la coupè (Roma) la nuova Ferrari Portofino M, una versione aggiornata della entry level di casa Ferrari capace di esaltare il piacere di guida en plein air grazie a più cavalli, il nuovo cambio a 8 rapporti, nuove tecnologie e un nuovo design rinifito nei dettagli che contano.

Listino Prezzi Ferrari Portofino M

Il prezzo di Portofino Ferrari M sarà, per il mercato italiano, di 206.000 euro. La Portofino, da 600 CV e ormai con qualche anno sulle spalle, parte da un listino prezzi di 198.061 euro, normale quindi un balzon in avanti del listino prezzi di Portofino M per la nuova arrivata.

La distribuzione sul mercato europeo inizierà nel secondo trimestre 2021.

Dimensioni Ferrari Portofino M

La nuova Ferrari Portofino M è lunga 4,59 metri, larga 1,93 metri (2,02 metri con specchietti), alta 1,31 metri e il passo è di 2,67 metri. Il design si caratterizza per qualche ritocco agli stilemi della Portofino con precisi interventi coordinati dal Centro Stile Ferrari e dal team di Flavio Manzoni.

Il paraurti anteriore, ad esempio, ora ospita prese laterali più imponenti, mentre all’altezza del passaruota è nato un nuovo sfogo d’aria. Il nuovo taglio sul paraurti, ad esempio, sottolinea la necessità di sfogare più aria visto l’upgrade di potenza, mentre sul lato B il volume si è snellito grazie alla rimozione della scatola dei silenziatori. Ridisegnato anche l’estrattore e può essere opzionato in carbonio

Interni Ferrari Portofino M

Ferrari Portofino M

Gli interni di Ferrari Portofino M mostrano diverse novità al pari degli esterni. Gli interni sono stati realizzati partendo da una struttura della plancia articolata su più livelli, costituita da una metà superiore e da uno stacco intermedio volto ad alleggerire la massa percepita della metà inferiore.

Domina la parte centrale il display touchscreen centrale da 10,25”, mentre il quadro virtuale già comparso su Ferrari Roma, in questo caso, rimane in magazzino. Al passeggero, proprio come su quest’ultima, viene offerta la vista di un display a colori Full HD, touch, da 7″, da cui si può interagire anche con i parametri della vettura, come la musica da ascoltare o i comandi del navigatore.

L’infotainment si gestisce attraverso il touchscreen e viene reso disponibile sia con Apple CarPlay sia Android Auto. Sul fronte dei sistemi di assistenza alla guida, alcuni di questi disponibili su richiesta, si contraddistinguono:

  • Adaptive Cruise Control con funzione Stop&Go per la marcia in colonna
  • Predictive Emergency Brake System per segnalare al guidatore potenziali rischi di collisione frontale, riducendo le conseguenze di un eventuale impatto
  • Blind Spot Monitoring per segnalare veicoli nascosti negli angoli ciechi posteriori
  • Lane Departure Warning con avviso acustico e/o visivo del cambio involontario di corsia
  • Automatic High Beam per l’accensione e spegnimento automatico degli abbaglianti durante la guida notturna
  • Traffic Sign Recognition che, tramite l’analisi della cartellonistica stradale, consente di tenere sempre visualizzati i limiti di velocità della strada che si sta percorrendo
  • Surround View con visualizzazione 3D
  • Rear Cross Traffic Alert che avvisa il guidatore di ostacoli in movimento dietro la vettura in retromarcia non visibili perché nascosti dall’angolo cieco posteriore

Motore Ferrari Portofino M

Ferrari Portofino M

 Sotto il cofano della Ferrari Portofino M si trova il 3,8 litri, 8 cilindri, che vede un upgrade di potenza rispetto alla Portofino. I cavalli diventano infatti 620 a 7.500 giri/min, venti in più della entry level. Modifiche di dettaglio hanno interessato varie parti meccaniche ma, sostanzialmente, è stato introdotto un nuovo gruppo turbocompressore, per aumentarne il regime massimo di rotazione in favore di una maggiore accelerazione e di una coppia che tocca i 760 Nm.

Per rispettare le norme sulle emissioni, è stato montato un nuovo GPF (Gasoline Particulate Filter) che ha permesso di ottenere l’omologazione Euro 6D.

Il nuovo cambio doppia frizione è l’altra principale novità sotto il vestito della Ferrari Portofino M. Si tratta della stessa unità montata sulla SF90 Stradale sebbene qui sia presente una rapportatura più lunga e la retromarcia, in modalità elettrica sulla hypercar, qui è di tipo classico. La Portofino M è inoltre dotata di Variable Boost Management, software di controllo motore sviluppato internamente che varia la coppia erogata in funzione della marcia utilizzata.

Opinioni Ferrari Portofino M

 La Ferrari Portofino M è dotata dell’ultima generazione del controllo dinamica veicolo, lo Slide Slip Control (SSC), in grado di prevedere le reazioni della vettura ma, anche, di farle cambiare anima come da tradizione Ferrari, fin da quando venne introdotto il famoso manettino.

Come su Roma, anche Portofino M ora ospita 5 posizioni del nuovo  manettino; per sintetizzare:

PosizioneObiettivo di performance
WetMassima stabilità e controllo
ComfortUtilizzo normale su strada asciutta
SportUtilizzo sportivo
RaceMassimo piacere di guida
ESC-OffControllo VDC e F1-TCS disattivati

Grazie a queste modifiche, il prezzo di Ferrari Portofino M è più alto rispetto alla Portofino ma ad aumentare sono anche i contenuti tecnologici, così come è aumentata la potenza del motore.

Dì la tua

render maserati grecale

Maserati Grecale 2021: i primi render in rete

maserati mc20 corsa

Maserati MC20 Corsa: sarà così la versione da gara? [RENDER]