sabato, 23 Novembre 2019 - 2:53
Home / Notizie / Curiosità / La Ferrari SF90 Stradale al debutto in Giappone: livrea inedita

La Ferrari SF90 Stradale al debutto in Giappone: livrea inedita

Tempo di lettura: 1 minuto.

Dopo averla osservata, lo scorso mese di luglio, nella ricca Oxford Street londinese, dove ha sede il concessionario H.R. Owen, tra i primi importatori della hypercar di Maranello fuori dai confini nazionali. Domenica si è corso il GP del Giappone, quale miglior occasione per presentare la Ferrari da 1.000 CV nel paese nipponico?

Presenti sia Charles Leclerc sia il team principal Mattia Binotto, la SF90 Stradale si è presentata agli occhi dei clienti giapponesi in un’inedita livrea rossa contraddistinta dall’inedita verniciatura con l’elemento a forma di T rovesciata sul frontale, compresa nel Pack Fiorano. Proprio Leclerc, con Binotto passeggero, ha condotto la vettura sul palcoscenico, subito soggetto ai tanti flash dei presenti che non hanno certo perso l’occasione di immortalare la scena.

Ricordiamo che la Ferrari SF90 Stradale è la prima vettura di serie creata dal brand del cavallino a raggiungere la fatidica soglia dei 1.000 CV: da una parte il 4.0 turbo benzina da 780 CV, massima espressione del V8 made in Maranello. Dall’altra i 220 CV messi su strada da ben tre motori elettrici.

La trazione è integrale e inedito è anche l’abitacolo, che vi abbiamo descritto in questo articolo. Carina poi l’idea di creare un Origami, piccola “scultura” simbolo del paese del Sol Levante, idea che ha coinvolto lo stesso Leclerc e il pubblico presente, felice di portare a casa un ricordo di una magica serata.

Si avvicina quindi a passi veloci l’inizio della produzione della Ferrari SF90 Stradale, con le prime consegne a partire dalla prima metà del 2020. Si parla di un prezzo compreso tra i 550.000 e i 600.000 euro, euro più, euro meno…

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Mini John Cooper Works GP 3° serie

Mini John Cooper Work GP: la storia delle tre generazioni

Dal 2006 i fan di Mini sanno che ogni 6 o 7 anni devono aspettarsi …