in

Quando una Fiat Multipla si trasforma in un’auto da corsa, l’idea di Monroe Garage

Tempo di lettura: < 1 minuto

La Fiat Multipla è sempre stata una vettura tanto amata quanto odiata, chi l’acquistava lo faceva per una questione di comodità e di spazi, ma raramente la sceglieva per il suo aspetto. Il suo design è sempre stato decisamente inusuale, un qualcosa che ha spinto alcuni tuner a lavorare sul telaio di questa monovolume conferendole tutto un altro spirito rispetto ai modelli originali.

Monroe Garage ha creato la Fiat Multipla da corsa

Interessata da una profonda opera di tuning è stata una Fiat Multipla della prima generazione, trasformata radicalmente in un’automobile da corsa. A realizzare tutto ciò è stata la factory Monroe Garage, che ha dato alla Multipla un look tanto rudimentale quanto aggressivo. Questo body kit garantisce l’aderenza su pista e la livrea Michelin le attribuisce un carattere ben definito. Sulle prestazioni si sa poco o nulla, quindi resta un’incognita sapere se il tuner abbia o meno toccato il motore. È facile pensare che il motore sia stato elaborato, anche perché intervenire sul quattro cilindri non dovrebbe essere stato così complicato.

Fiat Multipla, dal 1998 odi et amo

La Fiat Multipla venne presentata nel 1998, quando riuscì sin da subito a spaccare in due gli automobilisti. I puristi la odiavano, gli avanguardisti la amavano. In molti non apprezzarono (e non apprezzano) la vettura del brand torinese, soprattutto i giornalisti britannici usarono parole piuttosto dure criticando il design tutt’altro che convenzionale. Alla luce degli attacchi ricevuti, Fiat presentò quasi subito un restyling più tradizionale, ma servì a poco, in quanto alcuni accusarono anche una perdita di personalità nel veicolo.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Auto a noleggio furti

    Furti auto in Italia: la mappa evidenzia una crescita preoccupante

    Colonnine in autostrada

    Colonnine in autostrada: siamo a 26 Free To X sulla rete stradale. Dove sono