lunedì, 20 Maggio 2019 - 7:02

Fiat Panda Waze | Prova su strada

Tempo di lettura: 7 minuti.

La Fiat Panda Waze è l’ultima versione dell’intramontabile pandino, frutto dell’incontro tra l’automobile regina delle vendite e il sistema di navigazione più social al mondo.

La nuova serie speciale Panda Waze è infatti la prima utilitaria a proporre l’integrazione con la famosa app che sempre più utenti sta conquistando in giro per il mondo. Quest’ultima, e qui sta la novità, è in grado di integrarsi con l’app Panda Uconnect, permettendo così di utilizzarle contemporaneamente, con smartphone comodamente posizionato sopra la plancia grazie all’apposito supporto.

Con la serie speciale di Fiat Panda Waze si amplia quindi la gamma della city-car che, insieme a 500, è la più venduta in Europa dal 2003. Primato confermato anche nel 2018 che la vede, insieme alla Fiat 500, leader del loro segmento in Europa con una quota di mercato pari al 28,4%. Inoltre, la Fiat Panda è prima assoluta in Italia (con quota di quasi il 40%) e Grecia, oltre ad essere sul podio in Spagna, Portogallo, Austria e Svizzera.

Design: un mini crossover da città

Pensata sul look della Panda CityCross ovvero della Cross senza la trazione integrale, la Waze è l’estrema evoluzione del concetto di mini crossover, una “specie” automobilistica che negli anni si è differenziata in una moltitudine di sottocategorie per dimensioni e missioni diverse: dai grandi SUV, a quelli medi e, ultimamente, con lo sviluppo del concetto di “downsizing”, si è arrivati ai SUV cittadini e di taglia ultra-ridotta come appunto la Panda.

Questa edizione Waze è stata progettata per soddisfare i clienti alla ricerca di una city-car con l’aspetto di un’auto da off-road a un prezzo accessibile: è dunque un mezzo con cui imboccare una via di fuga dalla routine quotidiana.

Estremamente curati i nuovi dettagli estetici: gli inserti paraurti anteriori e posteriori, e le modanature laterali, conferiscono alla versione un aspetto più colorato e urbano. Le calotte degli specchietti laterali, le maniglie delle portiere sono di colore nero, per dare risalto al contrasto con gli elementi del colore della carrozzeria. Le ruote hanno una coppa in plastica dallo stile dedicato che va a ricalcare il disegno del cerchio, facendole assomigliare al classico cerchio in lega, ma con un costo inferiore.

Immediatamente riconoscibili i gruppi ottici, grazie ai proiettori e i fendinebbia integrati nella zona del baffo portalogo, e alle luci diurne DRL con tecnologia LED, meno integrate con il resto del frontale. Nella vista laterale si evidenziano alcuni elementi specifici come i passaruota marcati, le modanature con badge ‘Cross’, e le nuove barre sul tetto più discrete. Esternamente  la Panda Waze è riconoscibile dal logo “Waze”, posto sui parafanghi anteriori.

Fiat Panda Waze
Il sistema di navigazione Waze è integrato nell’app “Panda Uconnect” e permette di utilizzare il proprio telefono come estensione della vettura. Esso supporta le piattaforme Android e iOS.

I nuovi interni si caratterizzano per una fascia in plancia color grigio titanio, con inserti del quadro strumenti in nero opaco. La plancia pur essendo essenziale e costruita con materiali rigidi rimane molto piacevole alla vista e al tatto. L’accostamento cromatico e il livello dei materiali rendono la Panda una delle piccole più rifinite e curate. I nuovi sedili sono caratterizzati dal tessuto nella nuova tonalità nero e grigia con inserti laterali in eco-pelle nera. Essi sono poco contenitivi, quindi non stancano alla lunga, ma trattengono il corpo veramente poco nelle curve più spedite.

In poco più di 3,70 metri e , 1,66 di larghezza e 1,66 di altezza troviamo un sorprendente spazio interno: all’anteriore le regolazioni dei sedili sono ampie, ma imprecise e a scatti per quanto concerne lo schienale; il volante, in plastica povera, non si sposta in profondità, manca un bracciolo nei lunghi viaggi e qualche portaoggetti aggiuntivo, ma nonostante qualche piccola miglioria lo spazio interno rispetto alle dimensioni esterne è incredibile. Il divanetto comodo per due può ospitare tre persone nei brevi tragitti (optional 230€).

Il bagagliaio è uno dei più grandi del segmento con 225 litri,
diventano 870 se viene abbattuto il divanetto. Utile il doppiofondo per riporre oggetti sporchi o bagnati. Piace anche il parabrezza termico riscaldato che in meno di un minuto scongela il vetro anteriore, così come i sedili riscaldati per guidatore e passeggero (optional nel pack Winter).

Alla guida: un piacere in città, fiato corto fuori

Unico motore disponibile per la Fiat Panda Waze è il collaudato 1.2 benzina aspirato Euro 6d TEMP, da 69 CV. Non vi è traccia per questa versione del bicilindrico 0.9 TwinAir. L’unità aspirata è briosa in città, grazie ad una rapportatura corretta, però perde sprint in extraurbano o tra le tre corsie. Qui, nonostante un peso piuma, la modesta coppia di 102 Nm è erogata in alto rispetto al range di utilizzo ideale. Le prestazioni lo dimostrano, con soli 155 km/h di punta massima, peggiorata rispetto alla Panda “ordinaria” pari motore, per via dell’altezza da terra maggiorata. Lo 0-100 si completa in 14,5 secondi.

A dir la verità avremmo preferito a listino anche una versione da 100 Cv, per chi magari compra la Panda come unica auto o si trova ad affrontare spesso le strade di montagna a pieno carico.

Nonostante ciò, grazie alla seduta alta la Panda è sempre un piacere alla guida: il cambio a cinque rapporti e lo sterzo comunicativo non stancano mai di stupire e strappano più un sorriso alla fine della trasferta. Tra le curve l’assetto non è proprio rigido, ma soggetto a rollio, però è ben frenato e complice il peso ridotto le curve vengono digerite bene. La rumorosità non è mai invasiva, seppur evidente in autostrada.

Fiat Panda Waze
Alla guida la Panda Waze si dimostra piacevole e comoda. Il motore 1.2 aspirato, “tondo” e corposo nella marcia cittadina, si rivela un po’ sottodimensionato fuori le mura.

Durante i molti chilometri percorsi, la Panda ha dimostrato una versatilità di utilizzo fuori dal comune e, sorprendentemente, un gran divertimento sugli sterrati e sugli stretti sentieri di montagna, grazie alla sua altezza da terra maggiorata.

In città con una misura di 3 metri e 70, un posteriore così verticale, lo sterzo leggero e il raggio di manovra contenuto non si trova nulla di più facile da parcheggiare, tanto che i sensori, optional, non sono necessari. In autostrada a 130 km/h il motore “frulla” alto a 3.800 giri. I consumi invece sono abbastanza bassi, si parla di 14.5 km/l di media, il che non è male.

La frenata è buona, ma in “staccata” se scomposta l’elettronica deve intervenire pesantemente per riallineare i momenti imbardanti: le sospensioni morbide, l’assetto alto e le gomme di “compromesso” M+S (optional) non aiutano nelle manovre al limite, ma almeno evitano il fastidioso cambio invernale dei pneumatici. La Panda Waze è, comunque, sempre sicura e “facile” da guidare, adatta anche ai neopatentati.

Ricca la dotazione di sicurezza di serie che include radio Bluetooth e supporto in plancia per lo smartphone, climatizzatore, 4 airbag, ESC con Hill Holder, sensore pressione pneumatici,  fendinebbia, appoggiatesta anteriori con sistema anti colpo di frusta e volante regolabile in altezza, inoltre è disponibile a pagamento anche la frenata automatica cittadina fino a 30km/h.

Waze: connessi con il mondo

La Fiat Panda Waze è un’auto 2.0, che nasce dall’incontro dell’automobile più pop d’Italia con il sistema di navigazione più social al mondo.

La Waze conferma la sua missione più autentica: rendere accessibile a tutti le soluzioni più intelligenti che semplificano e migliorano la vita a bordo.
La nuova serie speciale Panda Waze è la prima city car del segmento a proporre l’integrazione della famosa app di navigazione Waze nell’altrettanto nota app “Panda Uconnect“, permettendo così di utilizzarle contemporaneamente, passando da una all’altra, con un semplice tocco sul display.

La nuova Panda Waze fa incontrare due grandi community: i 7,5 milioni di possessori e appassionati di Fiat Panda che l’hanno voluta, dal 1980 a oggi, quale manifesto della “libertà a quattro ruote”; e i più di 100 milioni di utenti Waze connessi nel mondo che attivamente collaborano condividendo il tempo reale informazioni sul traffico per viaggiare nel modo più smart.

Waze è l’app di navigazione che consente di evitare ingorghi, risparmiando tempo durante gli spostamenti giornalieri. L’app è in grado di consigliare sempre il percorso più veloce basandosi sui dati forniti in tempo reale da oltre 100 milioni di persone. Dalle informazioni sul traffico a quelle sulle stazioni di rifornimento con i prezzi più  convenienti, Waze è un sicuro compagno di viaggio per “sopravvivere alla quotidiana avventura urbana”. 

Il sistema di navigazione Waze è integrato nell’app “Panda Uconnect” – piattaforme Android e iOS – che permette di utilizzare il proprio telefono come estensione della vettura, interagendo direttamente con il display del dispositivo per accedere a tutte le funzioni dell’infotainment: dal cambio delle stazioni radio alla scelta delle playlist, dalla regolazione del volume alla gestione delle chiamate e dei messaggi, dalla consultazione della propria agenda al meteo. La “Panda Uconnect” app dialoga con il sistema infotainment di bordo che include la tecnologia Bluetooth 2.1, lo streaming audio, il sistema di riconoscimento vocale, e gestisce la lettura dati da USB e MP3.

Fiat Panda Waze
Con Waze presenti i servizi “Find myCar”, “My Car”, le chiamate dirette al soccorso stradale o al Customer Care Fiat. Non manca l’Object Reminder e il GPS Mopar Connect.

Inoltre, in caso entri la riserva di carburante o in caso venga rilevata una bassa pressione dei pneumatici, sul display dello smartphone  ne apparirà la segnalazione e  l’utente potrà decidere di selezionare una tra le stazioni di rifornimento più convenienti o tra le officine di assistenza più vicine  proposte attraverso l’app Waze: basterà  scegliere la meta preferita e il navigatore suggerirà il migliore tragitto per raggiungerla.

Grazie ad una nuova funzione dell’app “Panda Uconnect”, si potranno scattare foto e video che verranno salvati nella galleria del proprio smartphone, con la possibilità di condividerli con gli amici: un modo originale di vivere l’esperienza di viaggio, breve o lungo che sia, sapendo di poter contare su servizi innovativi e un sistema di navigazione intelligente e social.

Sempre attraverso l’app Panda Uconnect, , sono disponibili   i servizi “Find myCar”, che aiuta a ricordare dove si è parcheggiato, “My Car” per controllare i parametri della vettura come gli interventi di manutenzione programmata e consultare le voci del libretto uso e manutenzione, oltre che le chiamate dirette al soccorso stradale o al Customer Care Fiat. Infine, se attivata, la funzione “Object Reminder” ricorda al conducente, una volta sceso dall’auto, di non dimenticare eventuali oggetti all’interno dell’abitacolo. Inoltre, su Panda Waze è disponibile il Mopar Connect, il nuovo set di servizi dedicati alla sicurezza e al controllo remoto del veicolo.

Noi abbiamo trovato questo sistema molto all’avanguardia, però qualche difetto rimane: ad esempio la logica del menù “cartelle musica USB” è frustrante, impiega tempo nella ricerca e distoglie attenzione della guida.

Prezzo e concorrenti

La Fiat Panda Waze parte da un listino di 14.390 €, con il blu Giotto, con il pack Safety, pack Winter e pack Flex Light, la radio DAB il clima automatico, della versione da noi provata, si sfiorano i 16.500 €. Ma sono presenti numerose promozioni ed esemplari in pronta consegna.

Le principali avversarie sono il trio nippo-francese Citroen C1Peugeot 108Toyota Aygo, le coreane Hyundai i10 e Kia Picanto, la Mitsubishi Space Star, la Opel Karl, la “posteriore” Renault Twingo, l’altro trio tedesco Seat Mii, Skoda Citygo e VW UP!, per concludere con la Smart ForFour e la Suzuki Ignis.

Fiat Panda Waze
Esternamente  la Panda Waze è riconoscibile dal logo a nuvoletta “Waze”, posto tra i parafanghi anteriori.

Tutte queste concorrenti hanno una vocazione simile, però la Fiat Panda rappresenta parte della storia italiana. E con la versione Waze si rivolge ad un pubblico nuovo, quello dei Millennials, con cui condivide il linguaggio social. Il nuovo target in una vettura che ricerca la massima connettività e uno stile personale a un prezzo accessibile.

Autore: Redazione Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

Lamborghini Urus prova

Lamborghini Urus | Prova su strada

Lamborghini entra di prepotenza nel mondo dei SUV, o meglio dire Super SUV, con la …