in

Fiat Professional alla IAA di Hannover 2014

Tempo di lettura: 2 minuti

Alla 65esima edizione del Salone Internazionale di Hannover Fiat Professional presenta l’anteprima mondiale del Nuovo Doblò, la quarta generazione del veicolo che, fin dalla fase di progettazione, è stato ideato per essere un veicolo commerciale a tutti gli effetti, non una semplice “furgonetta” ma un vero e proprio LCV con possibilità di adattarsi a tutte le missioni di lavoro e alle diverse tipologie di allestimenti.

Il Nuovo Doblò si presenta con un design, esterno e interno, completamente rinnovato, la disponibilità dei 3 posti, una risposta della coppia migliorata fino al 40% e conferma il miglior handling e comfort di guida della categoria grazie alle sospensioni bi-link e capacità di carico e volumetria al top .Inoltre, la gamma si amplia con la nuova versione “EcoJet” che coniuga bassi consumi e ridotti costi di gestione. Tutto questo per dare sempre più valore ai propri clienti.

Commercializzato a partire da inizio 2015,la gamma del Nuovo Doblò si compone, a seconda dei mercati, di quattro body (Cargo, Combi, Autocarro e Pianalato), 2 varianti di altezza e 2 di lunghezza passi. In totale sono circa 200 i differenti tipi di scocca e oltre 1000 possibili versioni e soluzioni che spaziano dai van ai mezzi di trasporto rapido a percorso fisso, dalle versioni convertite per usi specifici ai veicoli speciali.

Al salone di Hannover sono esposti sei esemplari del Nuovo Doblò. In dettaglio, due sono versioni Cargo (L1H1) equipaggiati con motori 1.3 MultijetII (da 75 CV e da 90 CV, quest’ultimo in versione EcoJet): il primo è dotato di paratia girevole, sedile abbattibile “a pavimento” e voletto posteriore, il secondo propone panchetta anteriore multifunzionale, radio 5″ touch screen UConnect NAV, specchi retrovisori elettrici abbattibili e riscaldati.

fiat doblo

Sullo stand anche un Nuovo Doblò Cargo Maxi (L2H1) con motore 1.6 Multijet II da 100 CV ed equipaggiato con 3 posti anteriori, radio 5″ touch screen UConnect e barre porta carico interne ed esterne; un Work Up 2.0 Multijet II da 135 CV con 3 posti anteriori, cassone con pianale in legno marino multistrato di 4,2 m2 di superficie e sponde ribaltabili (versione autocarro interamente progettata, costruita e garantita da Fiat Professional); un Cargo XL (L2H2) dotato di 1.6 Multijet II da 90 CV, cambio robotizzato e allestimento specifico “Officina Mobile” con scaffalature modulari; e, infine, un Combi (L1H1) 1.4 Natural Power da 120 CV (bifuel benzina/metano) con radio 5″ UConnect NAV, specchi retrovisori elettrici abbattibili e riscaldati, nuovi cerchi in lega da 16″.

 

Guidatore della domenica

Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica.
La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Dì la tua

Infiniti Q80 Inspiration

Autoappassionati

Nuovo Goodyear UltraGrip9