in

Ford Adaptive Cruise Control (ACC): cos’è e come funziona

nuova Ford Focus
Tempo di lettura: 2 minuti

Nato per migliorare la sicurezza attiva degli occupanti, il sistema Ford Adaptive Cruise Control, o Ford ACC, nasce per stabilizzare la velocità di crociera nonché per adattare la marcia alle condizioni del traffico, in maniera completamente automatica. Grazie ai radar e alle telecamere presenti a bordo, infatti, le Ford dotate di questa tecnologia sono in grado di rallentare o accellerare senza l’intervento sui pedali del conducente.

Certo, il guidatore deve mantenere sempre ben salde le mani sul volante, non si tratta infatti di un sistema di guida autonoma di livello 2, bensì di un aiuto alla guida, o ADAS, che permette di impostare una certa velocità e mantenerla, specie in situazioni di guida autostradali o, più in generale, sulle strade a scorrimento veloce.

Disponibile su vari modelli dell’Ovale Blu, tra cui Puma, Focus, Kuga, Mondeo e su molti dei veicoli commerciali in gamma (Transit e Tourneo, nelle loro varie versioni), il Ford Adaptive Cruise Control presenta alcune differenze tra i vari modelli. A

d esempio su Ford Puma, uno dei crossover più apprezzati sul mercato, questa tecnologia non solo mantiene la distanza dal veicolo che precede, fino alla velocità di crociera impostata, bensì può anche procedere all’arresto completo o “comunicare” con altri sistemi tra i quali l’assistenza pre collisione, che frena con forza l’auto in caso di scontro imminente.

Si tratta di un Adaptive Cruise Control che combina le capacità dei radar presenti a bordo di “leggere” la situazione, mantenendo ad esempio la distanza con il veicolo che precede, fino a una velocità di 200 km/h e tenendo la vettura all’interno della corsia .

Questi sistemi sono talvolta optional dei modelli che li propongono: per fare un esempio, l’Adaptive Cruise Control con Stop&Go (la vettura riparte se non sono passati 3 secondi dall’arresto completo) e Traffic Jam sulle versioni con cambio automatico di nuova Ford Kuga costa 1.000 euro in più sul prezzo da listino.

Anche su Puma, uno dei modelli più di successo dell’Ovale Blu, l’Adaptive Cruise Control viene proposto in optional a 850 euro in più sugli allestimenti top di gamma e presenta una novità, essendo combinato all’Evasive Steering che riporta la vettura in corsia se, per esempio, si azzarda un sorpasso in autostrada, a velocità impostata, mentre sopraggiunge un veicolo sulla prima corsia.

Ford Adaptive Cruise Control diminuisce nettamente gli incidenti stradali

Uno studio condotto da Ford qualche anno fa con i ricercatori della Vanderbilt University, in Tennessee, ha inoltre dimostrato numericamente come gli incidenti stradali potrebbero diminuire drasticamente se ogni veicolo circolante dovesse adottare sistemi come il Ford Adaptive Cruise Control.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    silent yachts

    La piattaforma MEB di Volkswagen in fase di test su uno Yacht elettrico

    2020-SUBARU-GYMKHANA-STI-1

    Come è stata creata la Subaru WRX STI per Gymkhana 11 [VIDEO]