in

Ford Co-Pilot 360: cos’è e come funziona

Tempo di lettura: 2 minuti

Introdotto per la prima volta sulla nuova Ford Focus, la quarta generazione della fortunata compatta dell’Ovale Blu, il sistema Ford Co-Pilot 360 è la sigla sotto la quale si raggruppano i più evoluti sistemi di assistenza alla guida, o ADAS, messi a punto dal Marchio americano. 

Prima su Focus e sul SUV Edge, poi a cascata su tutti i nuovi modelli presentati negli anni più recenti (da Puma alla nuova elettrica Mustang Mach-E) il Co-Pilot si è via via evoluto non solo per aumentare la sicurezza attiva bensì per facilitare la vita del conducente, cosicché l’esperienza di guida diventi la meno stressante possibile. 

Premiato dall’ente Euro NCAP, quello delle famose stelline che decide ogni anno i modelli più virtuosi dal punto di vista della sicurezza, il Co-Pilot 360 comprende tra gli altri sistemi come l’Adaptive Cruise Control (anche con funzione Stop&Go nelle versioni a cambio automatico), il Lane Centering e, ancora, l’Active Park Assist Upgrade.

Il Ford Co-Pilot 360 funziona grazie al lavoro congiunto di 3 radar, 2 telecamere e 12 sensori a ultrasuoni. I sistemi citati nelle righe precedenti sono solo la punta dell’iceberg del Co-Pilot 360. 

Tra le sue tante funzioni vanno poi annoverati altri sistemi quali Adaptive Front Lighting System, Blind Spot Information System (BLIS), Glare-Free Highbeam, Pre-Collision Assist with Pedestrian Detection e, non ultimo, il Traffic Sign Recognition

Per fare un esempio pratico, il SUV più elettrificato di sempre, stiamo parlando della nuova Kuga, nel 2021 offre a listino il Co-Pilot Pack (optional a 1.000 euro sugli allestimenti Titanium, Business, ST-Line, ST-Line X e Vignale) che raggruppa questi sistemi: 

  • Adaptive Cruise Control (con Stop&Go e Traffic Jam su versioni a cambio automatico)
  • Speed Sign Recognition
  • Monitoraggio della stanchezza del conducente
  • BLIS
  • Active Park Assist
  • Telecamera anteriore e posteriore
  • Door Edge Protector

Su nuova Puma 2021, invece, il prezzo del Co-Pilot Pack può variare da 800 a 1.000 euro a seconda degli allestimenti e raggruppa a sua volta questi sistemi:

  • Radar & Camera Fusion Pre Collision Assist
  • BLIS con CTA e Active Braking (richiede specchietti regolabili elettricamente)
  • Intelligent Adaptive Cruise Control con Evasive Steering (non Adaptive sul Puma ST)
  • Active Park Assist e Rear View Camera (incl. sensori di parcheggio posteriori)

Una dimostrazione pratica: il Co-Pilot su nuova Kuga

Infine, anche la prima vettura full electric di Ford, la Mustang Mach-E, evolve ulteriormente il Ford Co-Pilot 360 tanto che è stato già rinominato 2.0.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    anteriore cupra leon e-hybrid

    Cupra Leon e-Hybrid: una star del Jazz per il soundtrack dello spot

    nexo

    Auto elettrica: il futuro della mobilità saranno le batterie o l’idrogeno?