in

Ford Kuga Hybrid: la gamma del SUV più elettrificato di sempre è completa

Ford Kuga Hybrid
Tempo di lettura: 3 minuti

Arriva sul mercato la nuova Kuga Full Hybrid, il modello che mancava nella gamma di Ford Kuga 2021, il SUV dell’Ovale Blu più elettrificato di sempre. Rispetto alla Kuga ibrida plug-in che provammo quest’estate, la versione full hybrid è dotata della funzione self-charging, potendo così scegliere in autonomia se utilizzare il propulsore elettrico o quello ibrido, garantendo un’autonomia che può superare i 1.000 km, maggiore del 30% rispetto a quella della versione PHEV, o plug-In Hybrid. 

Il motore endotermico è un benzina da 190 CV disponibile sia con trazione anteriore sia con 4×4, quest’ultimo definito come Intelligent All-Wheel Drive. La Kuga Hybrid ha meno cavalli rispetto ai 225 della versione Kuga plug-in e viene prodotta a Valencia, nello stesso stabilimento dove nasce il resto della gamma. A permettere una tale autonomia corre in aiuto una piccola batteria da 1,1 kWh che lavora in sintonia con il motore 2.5 litri a ciclo Atkinson, con funzione di simulazione cambio marcia (Normal o Sport) che massimizza il recupero dell’energia in frenata e si ricarica durante la marcia in completa autonomia. 

Il Silent key start, inoltre, consente a Kuga Hybrid di ripartire da ferma utilizzando solo la potenza elettrica per un’esperienza di guida rilassante, in particolare in città e in scenari di guida Start&Stop. Il propulsore full-hybrid supporta la guida esclusivamente elettrica se necessario, eliminando l’ansia da autonomia. I consumi dichiarati parlano di 5,4 l/100 km con emissioni CO2 da 125 g/km (WLTP). 

Ford Kuga Hybrid aumenta anche il comfort durante la marcia grazie a un nuovo sistema di raffreddamento che elimina la ventola e allo stesso tempo rende più compatto il pacco batterie, tanto che lo spazio per la testa per gli occupanti dei sedili anteriori è di oltre un metro mentre lo spazio di carico con sedili posteriori abbattuti è di 1.481 litri.  

Il sistema Intelligent All-Wheel Drive di Kuga Hybrid misura il modo in cui le ruote dell’auto aderiscono alla superficie stradale e può regolare l’erogazione della coppia tra gli assali per una maggiore aderenza. Nonostante la tecnologia abbia un impatto minimo sull’efficienza nei consumi di carburante, grazie alla funzione di disconnessione della trazione integrale è possibile tornare alla trazione anteriore in condizioni di guida più favorevoli.

Ford Kuga Hybrid: allestimenti e infotainment

Kuga Hybrid è ordinabile in varie versioni quali Connect, ST Line, ST Line X e Vignale, offrendo una vasta gamma di tecnologie di assistenza alla guida, comfort e praticità. Il modem integrato FordPass Connect, che trasforma il SUV in un Wi-Fi hotspot con connettività disponibile fino a un massimo di 10 dispositivi,  oltre ad aiutare i conducenti nella pianificazione di viaggi più veloci e rilassanti e a offrire ai passeggeri la possibilità di usufruire di canali d’intrattenimento online durante il viaggio, fornisce una serie di funzioni attraverso l’app FordPass, tra cui il Vehicle Locator e il Remote Start.  

Inoltre, il pad di ricarica wireless, che rileva automaticamente i dispositivi compatibili, aiuta i conducenti a rimanere connessi durante il viaggio e consente ai passeggeri di ricaricare facilmente i propri smartphone senza intreccio di cavi. I dispositivi rimangono connessi al sistema di comunicazione e intrattenimento Ford SYNC 3 via Bluetooth anche mentre sono in carica, supportati da un touch-screen centrale a colori da 8’’ con funzione pinch&swipe, e compatibile con Apple CarPlay e Android Auto. 

Ford Kuga Hybrid: gli ADAS sono di ultima generazione

Kuga è ancor più sicura grazie a sistemi come l’Adaptive Cruise Control con Stop & Go, Speed Sign Recognition e Lane Centering o l’Active Park Assist Upgrade, che consente manovre di parcheggio completamente automatizzate con la semplice pressione di un pulsante. Debutta inoltre il Lane-Keeping System con Blind Spot Assist, il quale tiene l’auto in corsia se il radar rileva l’arrivo di un’altra auto nel cosiddetto punto cieco.

Debutta su Kuga, anche la tecnologia Intersection Assist che utilizza la telecamera anteriore del veicolo, combinata con un radar, per monitorare potenziali collisioni con veicoli in arrivo nell’opposto senso di marcia. La tecnologia agisce automaticamente sui freni, quando si viaggia a una velocità massima di 30 km/h, per aiutare a prevenire o mitigare gli effetti di incidenti negli scenari in cui un conducente stia svoltando sulla traiettoria di un veicolo in avvicinamento, come comunemente accade agli incroci o alle piccole rotatorie.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Stephan Winkelmann è il nuovo presidente e CEO di Automobili Lamborghini

    Mercato auto marzo 2020

    Auto usate: la guida all’acquisto per evitare “fregature”