in

Ford: propulsori EcoBoost a quota 2 milioni

Tempo di lettura: 2 minuti

Ford Motor Company ha celebra un importante traguardo: la produzione globale dei motori EcoBoost, iniziata nel 2009 e progressivamente incrementata, ha raggiunto quota 2 milioni.

Il 2milionesimo esemplare è un EcoBoost 2.0 uscito dalle linee di assemblaggio della fabbrica americana Ford di Louisville, nel Kentucky, montato a bordo di una Ford Escape, la gemella americana della nuova Ford Kuga.
L’incremento della produzione è trainato dalla crescente domanda globale di motori a benzina compatti ed efficienti. La produzione globale di motori EcoBoost ha raggiunto le 100.000 unità/mese, il 60% in più rispetto alle 65.000/mese del 2012, con un obiettivo annuale, per il 2013, di 1,2 milioni di unità realizzate.

I motori EcoBoost si avvalgono di turbo, fasatura variabile delle valvole e iniezione diretta per erogare prestazioni e brillantezza superiori, ma con i vantaggi e l’efficienza garantiti da unità di cilindrate più contenute. A parità di potenza, i motori Ford sono in media del 15% più efficienti rispetto a motori a benzina di cubatura superiore. La famiglia globale di motori EcoBoost include unità di cilindrata 1.0 a 3 cilindri, 1.5, 1.6 e 2.0 a 4 cilindri, e il potente ed efficiente 3.5 V6 a 6 cilindri. Entro la fine del 2013 la tecnologia EcoBoost sarà disponibile globalmente sull’80% dei modelli Ford.

In Europa la straordinaria domanda è trainata dall’EcoBoost 1.0 a 3 cilindri, il Motore dell’Anno 2012 e 2013, la cui produzione a Colonia è stata raddoppiata e viaggia attualmente a un ritmo di 1.000 unità/giorno.
Il numero di modelli Ford disponibili con motore EcoBoost 1.0 passerà dagli attuali 5 a 11 entro la fine del 2014. Il compatto 3 cilindri è stato scelto, nel 2013, dal 43% dei clienti B-MAX, dal 32% dei clienti Focus, dal 26% dei clienti Fiesta e dal 24% dei clienti C-MAX e C-MAX7.

In Nord America uno studio interno Ford rivela che EcoBoost è il più popolare brand di motori. I clienti americani che sono a conoscenza dell’esistenza delle tecnologie EcoBoost sono del 50% più propensi ad acquistare un veicolo Ford.La popolarità dei motori EcoBoost in Nord America è evidenziata dall’elevata percentuale di clienti che lo hanno scelto per il proprio veicolo, come il 90% dei clienti Escape, il 50% dei clienti Fusion e il 42% dei clienti F-150. Quest’anno la tecnologia EcoBoost sarà disponibile in Nord America sul 90% dei modelli Ford, il 95% entro il 2015. Per incontrare la forte domanda del motore EcoBoost 2.0, Ford ha investito 200 milioni di dollari per iniziarne la produzione, a partire dal 2014, presso la fabbrica motori di Cleveland, in Ohio.

In Asia Pacific, le vendite dei veicoli dotati di motori EcoBoost sono incrementate nel 2012 del 202% (il 189% in Cina). Entro il 2015 la tecnologia EcoBoost sarà disponibile in Asia a bordo di 20 veicoli Ford, il quintuplo rispetto al 2012.
In Asia, i motori EcoBoost sono stati scelti dal 95% dei clienti Kuga, dal 90% dei clienti Edge e dal 62% dei clienti Mondeo.

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Federauto: auto in Europa, l’Italia arranca ma dalla politica primi segnali positivi verso il settore

Foto di Diego Fornero

Test – Alfa Romeo Giulietta 1.4 Turbo GPL