in

Formula 1: Lewis Hamilton dice la sua sul ritiro

Lewis Hamilton
Tempo di lettura: 2 minuti

Nonostante la pausa estiva, è un periodo ricco di novità in Formula 1. Dopo l’addio alle corse inaspettato di Sebastian Vettel, il cambio di scuderia di Fernando Alonso ed una serie di voci su possibili nuove destinazioni dei piloti nelle prossime stagioni, anche Lewis Hamilton ha parlato del suo futuro.

Formula 1: Lewis Hamilton non si ritirerà nel 2023

Dopo che Sebastian Vettel ha annunciato che si ritirerà dalla Formula 1 alla fine del 2022, nella prossima stagione ci saranno solo Lewis Hamilton e Fernando Alonso a rappresentare quella che ormai tutti hanno etichettato come “vecchia generazione”. Hamilton e la Mercedes sono legati da un contratto che scadrà alla fine del 2023 e, vista l’imminente scadenza, il driver inglese ha fatto sapere che la sua carriera non terminerà nello stesso momento della cessazione contrattuale con la scuderia tedesca. Sono svariati i motivi che danno al trentasettenne ancora la voglia di correre, a cominciare dalla lotta per il titolo con la Mercedes, passando per l’inclusione in Formula 1 attraverso la fondazione benefica “Mission 44”.

Formula 1: Hamilton non pensa al ritiro, le sue parole

Lewis Hamilton ha rilasciato delle dichiarazioni dopo l’addio di Vettel ed ha analizzato gli scenari che vivrà presto la Formula 1 dicendo: “Il ritiro di Vettel mi ricorda che sono in quella parte della mia carriera in cui le persone con cui sono cresciuto e con cui ho corso per tanto tempo inizieranno a smettere. Prima di rendersene conto, Fernando Alonso non sarà più qui. E poi, chi c’è stato dopo? Io sarò il più vecchio, credo! Ma no, non mi fa pensare al ritiro. Sto pensando a come migliorare questa macchina. Penso a quali passi devo fare per far tornare la squadra a vincere, a qual è la strada da seguire per vincere un altro campionato del mondo. Quali sono i passi da fare per far sì che tutti siano allineati in questo sport e che facciano di più per iniziare a riflettere davvero il lavoro che stiamo cercando di fare in termini di diversità. Sto pensando a tutte queste cose. Quando parlo di carburante rimasto nel serbatoio, sto ancora lottando per queste cose e sento di avere ancora molto da fare. Se mi fermerò, avrò ancora benzina nel serbatoio. Non credo che mi fermerò quando sarò completamente esausto e non avrò più nulla da dare. Ma spero che questo avvenga tra un po’ di tempo. Il lavoro che ho cercato di fare, quello che Seb ha cercato di fare qui: accendere davvero il fuoco delle conversazioni, per lasciare uno sport migliore di quello che era quando l’abbiamo trovato. E credo che Seb abbia avuto un ruolo importante in questo senso, ma c’è ancora molto lavoro da fare, e non so se Seb abbia intenzione di lavorare ancora, di continuare a lavorare con la Formula 1 o meno. Dubito che tornerà a fare il commentatore, ma non si può mai dire mai”.

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Loading…

    0

    Rodin FZero: l’ibrida da 1.176 CV che sembra una Batmobile

    Chris Harris guida l’ultima Lancia Delta Integrale e ci regala un sogno [VIDEO]