domenica, 18 Agosto 2019 - 23:20
Home / Notizie / Mercato / Gamma Alfa Romeo Giulia 2019: prezzi, motori e allestimenti
Gamma Alfa Romeo Giulia

Gamma Alfa Romeo Giulia 2019: prezzi, motori e allestimenti

Tempo di lettura: 2 minuti.

Alfa Romeo Giulia è la berlina del Biscione e ha segnato il ritorno, da protagonista, del Marchio italiano, dopo anni di confusione attorno alle sorti stesse della Casa di Arese. Oggi la gamma di Alfa Romeo Giulia è costituita da una gamma molto ben diversificata, composta da nove allestimenti (Business, Sport-Tech, Super, Executive,  B-Tech, Lusso, Veloce, Veloce Ti e Quadrifoglio) tutti in grado di coniugare eleganza, qualità dei materiali ma, soprattutto, sportività. A livello di motorizzazioni potenze comprese da 160 a 510 CV, tutte abbinate al cambio automatico ZF a otto rapporti. Sparite dal listino le versioni manuali disponibili all’esordio commerciale.

Proprio in tema di sportività, la versione Quadrifoglio ha portato di nuovo in auge il simbolo del celebre porta fortuna, e, grazie al potente motore 2.9 V6 da 510 CV, ha portato Giulia a un livello di prestazioni che fanno invidia alla migliore concorrenza, specialmente quella tedesca. Vediamo in queste righe come si divide la gamma Alfa Romeo Giulia e i prezzi di listino, a partire da 42.700 euro.

Partiamo dall’allestimento Business, rivolto specificatamente alle flotte aziendali. Disponibile con il motore 2.0 turbo benzina da 200 CV con cambio automatico AT8 (44.200 euro) e nella versione Diesel, con il 2.2 turbo da 160 CV dotato di cambio automatico (42.700 euro). Le versioni Business propongono di serie cerchi da 16”, fari anteriori bi-Xenon, fari posteriori a LED, Alfa Connect 6,5”, Radio DAB, clima bi-zona, Adaptive Cruise Control, Lane Departure Warning, sensori di parcheggio posteriori e Alfa D.N.A.

La gamma prosegue con l’allestimento Sport-Tech, proposto con le medesime motorizzazioni, e prezzi, della Giulia Business. La Giulia Super viene invece commercializzata con le sole motorizzazioni a gasolio 2.2 da 160 e 190 CV, quest’ultima proposta a 45.200 euro.

La Executive, che aggiunge il quadro strumenti con display da 7”, sedili regolabili elettricamente, cerchi da 18”, Alfa Connect 3D Nav 8,8” e la telecamera posteriore. La versione B-Tech, introdotta recentemente a listino, così come la Sport-Tech, parte dai 42.700 euro del 2.2 Diesel da 160 CV. I prezzi salgono a 48.700 euro per il turbo benzina 2.0 da 200 CV, 49.700 euro per la B-Tech Diesel da 190 CV e 52.700 euro per la versione con trazione integrale Q4.

La gamma Alfa Romeo Giulia prosegue con la versione Lusso, proposta con l’unica motorizzazione 2.2 Diesel da 190 CV. Questo allestimento eleva la qualità degli interni con pellami pregiati e propone di serie il tetto apribile elettricamente, oltre alla presenza dei protocolli Apple CarPlay e Android Auto.

Giulia Veloce e Veloce Ti (Turismo Internazionale, una storica sigla per il Biscione, vengono proposte con il motore benzina 2.2 da 280 CV, con trazione integrale, rispettivamente a 56.800 euro per la Veloce e 65.800 euro per la Veloce Ti. Per le rispettive versioni Diesel (2.2 210 CV AT8 Q4) i prezzi sono di 53.500 euro e 62.500 euro.

Il listino si chiude con la versione più prestazionale, la Giulia Quadrifoglio, capace di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,9, per una velocità massima di 307 km/h, i prezzi partono da 86.500 euro.

A titolo informativo, la gamma Alfa Romeo Giulia propone diverse tipi di vernici, non disponibili per tutti gli allestimenti: Pastello (Rosso Alfa, l’unica proposta senza sovrapprezzo su tutti gli allestimenti, Bianco Alfa, Nero Alfa); Metalizzato (Nero Vulcano, Grigio Silverstone, Grigio Stromboli, Grigio Vesuvio, Blu Montecarlo, Titanio Imola, Rosso Monza, Grigio Lipari, Blu Misano) e Tristrato (Rosso Competizione e Bianco Trofeo).

Qui trovate il configuratore ufficiale di Giulia sul sito di Alfa Romeo.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

mercato auto a maggio

Prima delle vacanze, gli italiani comprano l’auto nuova: mercato auto di luglio 2019 stabile

Nonostante un giorno lavorativo in più, a differenza del mese di giugno, il mercato auto …