in

Gamma Citroen C5 Aircross: versioni e allestimenti del SUV francese

Tempo di lettura: 3 minuti

Citroen C5 Aircross rappresenta l’offerta SUV della Casa francese. Con una gamma che dal 2020 è diventata anche ibrida, lo Sport Utility Vehicle del Double Chevron riesce a coniugare sia motori endotermici, con i benzina PureTech e i Diesel BlueHDi, sia i motori green ricaricabili alla spina di corrente, con la versione Hybrid da 225 CV capace di assicurare fino a 55 chilometri di autonomia in elettrico nel ciclo WLTP. 

Facendo ordine con la gamma di Citroen C5 Aircross, quest’ultima viene proposta in sei allestimenti, dei quali uno rappresenta un Pack dedicato allo specifico allestimento. Si parte con la Live, proposta in qualità di entry level a un prezzo di 27.400 euro, a salire con Feel, Feel Pack, Shine cui si aggiungono le versioni speciali Business, proposte con la sola motorizzazione turbodiesel (sia manuale sia automatica) e l’edizione C-Series, dai contenuti dedicati (da 31.900 a 35.400 euro). 

Aprendo una parentesi sulla versione Business, prima di scoprire le dotazioni dei singoli allestimenti, quest’ultima propone come detto il motore BlueHDi 130 S&S più altri contenuti come la Citroen Connect Box, il navigatore Connect NAV con radio DAB sul Touch Pad da 8”, l’illuminazione d’ambiente a LED, i fari fendinebbia con Cornering Light, il Pack Safety 5, i sensori di parcheggio anteriori e la retrocamera 180°. 

La gamma di Citroen C5 Aircross: dotazioni e allestimenti

Come entry level della gamma del SUV francese troviamo quindi la versione Live. Essa propone cerchi in lega da 17”, luci diurne a LED e fari alogeni, clima bi-zona, computer di bordo, fari posteriori LED effetto 3D, Mirror Screen, Pack Safety 4, sospensioni PHC (Progressive Hydraulic Cushions), radio DAB con 6 altoparlanti, 2 prese USB (una per fila), Touch Pad 8”. 

Già la C5 Aircross Feel aggiunge, con una differenza sul listino di 1.500 euro sui motori benzina e Diesel manuali (+ 1.000 euro per l’automatico EAT8), cerchi in lega da 18”, quadro strumenti digitale da 12”, interni tessuto/TEP, paraurti posteriore nero opaco con scarichi cromati e sedili Citroen Advanced Comfort. 

A questo punto si inserisce il Feel Pack che, sempre per 1.500 euro in più su Feel, propone barre al tetto con Pack Color Silver, cerchi in lega 18” diamantati, illuminazione ambiente LED, indicatori di direzione a LED, fari fendinebbia con Cornering Light, Keyless Access & Start, retrovisore interno fotocromatico, specchi ripiegabili elettricamente e vetri posteriori oscurati. 

La top di gamma è la versione Shine (da 33.900 euro per BlueHDi 130, 34.400 euro per PureTech 130 EAT8) , che propone fari Full LED, interni misto Alcantara/TEP, Pack Drive Assist (sui motori con cambio automatico EAT8 regolare attivo velocità e Highway Drive Assist). 

Sono 20 i sistemi di assistenza alla guida disponibili su C5 Aircross, mentre lo spazio a bordo, uno dei suoi punti forti, può contare sui sedili posteriori individuali e scorrevoli ma anche su un generoso bagagliaio con capacità minima di 580 litri e massima di 1.630 litri. 4,5 metri la lunghezza, 2,73 metri il passo. 

Parlando dei motori termici di Citroen C5 Aircross, prima di concentrarci sulle versioni ibride, essi sono il tre cilindri 1.2 turbo benzina e il quattro cilindri 1.5 turbodiesel. 

C5 Aircross Hybrid: con l’elettrico il viaggio è più green

Citroen C5 Aircross Hybrid_double chevron

C5 Aircross Hybrid ha fatto il suo ingresso a listino già dalla prima metà del 2020 e si propone in due allestimenti, Feel e Shine, con prezzi rispettivamente di 42.100 euro e 43.600 euro, entrambi soggetti agli incentivi statali (fino a 6.500 euro) a fronte della rottamazione. Qui il motore benzina 1.6 da 180 CV, uscito dal listino delle versioni endotermiche, si abbina a un motore elettrico da 108 CV e al cambio automatico e-EAT8 per una potenza combinata di 225 CV e 350 Nm di coppia massima. 

I contenuti proposti di serie sulla C5 Aircross Hybrid includono i cavi di ricarica da 3 kW per presa domestica e quello da 7,4 kW con custodia dedicata, selettore di modalità di guida dedicato (elettrico, Hybrid, Sport). Rimangono a pagamento, il portellone con apertura automatico (450 euro), il tetto panoramico apribile (1.100 euro), il Pack Park Assist (250 euro) e la ricarica wireless per lo smartphone (100 euro), optional riservati alla Shine, mentre la Citroen Connected Cam (250 euro) e il caricatore 7 kW monofase (300 euro) sono optional di entrambi gli allestimenti di Citroen C5 Aircross Hybrid. 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Alfa Romeo Giulia GTAm

    Alfa Romeo Giulia GTAm ospite speciale in pit lane a Imola

    mini challenge 2021

    Il Mini Challenge spegne 10 candeline: al via l’edizione 2021