in

GM e Honda insieme per sviluppare la tecnologia fuel cell

Tempo di lettura: 2 minuti

General Motors e Honda hanno annunciato oggi un accordo per co-sviluppare il sistema di celle a combustibile di nuova generazione e le tecnologie di stoccaggio dell’idrogeno, puntando come obiettivo temporale al 2020.

In particolare bisogna anche sviluppare avanzate infrastrutture di rifornimento, fondamentali per la sostenibilità a lungo termine e per l’accettazione dei veicoli a celle a combustibile da parte dei consumatori. La collaborazione tra le due aziende non è casuale ed infatti, secondo il Clean Energy Patent Growth Index, GM e Honda sono rispettivamente n° 1 e ° 2 nella graduatoria dei brevetti a celle a combustibile depositati tra il 2002 ed il 2012, con più di 1.200 tra loro.
“Questa collaborazione si basa sui punti di forza di Honda e GM in qualità di leader nelle tecnologie per l’idrogeno a celle a combustibile”, ha dichiarato Dan Akerson, Presidente e Amministratore Delegato di GM. “Siamo convinti che questo sia il modo migliore per sviluppare questa importante tecnologia, che ha il potenziale per contribuire a ridurre la dipendenza dal petrolio ed affermare la mobilità sostenibile”. Takanobu Ito, Presidente e Amministratore Delegato di Honda Motor Co. Ltd., ha invece dichiarato: “Tra tutte le tecnologie a zero emissioni di CO2, i veicoli elettrici a celle a combustibile hanno un vantaggio assoluto in termini di autonomia e tempi di rifornimento, soddisfacenti come per le auto a benzina convenzionali. Honda e GM sono determinati ad accelerare la penetrazione nel mercato di questa ultima tecnologia di mobilità pulita e sono entusiasta di poter dar vita a questa collaborazione per fondere le nostre tecnologie a celle a combustibile e creare un sistema avanzato che sarà più capace e più accessibile”
Il Programma Project Driveway di GM, lanciato nel 2007, ha accumulato quasi 3 milioni di miglia di guida effettiva con una flotta di 119 veicoli alimentati a idrogeno, più di ogni altra casa automobilistica. Honda ha iniziato l’impiego della Honda FCX nel 2002 e ha utilizzato 85 esemplari negli Stati Uniti e in Giappone, incluso il modello più recente, la FCX Clarity, che nel 2009 è stata nominata World Green Car. Honda ha consegnato questi veicoli a clienti degli Stati Uniti ed ha raccolto dati importanti riguardanti l’uso nel mondo reale di veicoli elettrici a celle a combustibile.
La tecnologia a celle a combustibile mira a risolvere molte delle grandi sfide delle automobili di oggi come la dipendenza dal petrolio, le emissioni, l’efficienza, l’autonomia ed i tempi di rifornimento. I veicoli a celle a combustibile possono funzionare con idrogeno rinnovabile ottenuto da fonti come l’eolico e le biomasse. L’unica emissione dei veicoli a celle a combustibile è il vapore acqueo ed ormai possono arrivare fino a 400 miglia (circa 640 chilometri) di autonomia di guida, rifornendosi in meno di tre minuti e con una tecnologia di propulsione che può essere utilizzata su piccoli, medi e grandi veicoli.

 

Dì la tua

Foto by Diego Fornero e Mauro Giacometti

Test – Fiat Panda Trekking 1.3Multijet

Mercedes-Benz: 125 anni fa Bertha Benz affrontava il primo lungo viaggio in auto della storia