in

GP Sakhir: Sergio Perez vince la sua prima gara di F1!

GP Sakhir 2020
Tempo di lettura: 3 minuti

Vi raccontiamo cosa è successo nel GP di Sakhir, penultima prova del mondiale 2020. Alla partenza è scattato molto bene George Russell, che si è trovatoa per la prima volta a condurre una gara di F1, ma è in curva 4 che vengono eliminati subito almeno due protagonisti annunciati. Leclerc è arrivato lungo nel tentativo di infilare Verstappen ma ha toccato la posteriore sinistra di Perez che nel frattempo stava tenendo la sua normale traiettoria. Incolpevole Verstappen che viene “dirottato” sulla sabbia, perdendo così direzionalità e finendo contro le barriere.

Ha le sue colpe Charles Leclerc, come le ha avute in Stira quando caracollò contro il compagno di squadra Vettel. Errore di valutazione per il pilota Ferrari che partiva 4° e poteva avere la chance di portare punti importantissimi alla squadra che punta ancora a risalire dal 6° posto in classifica costruttori, a una gara dal termine. Intervistato nel paddock, Leclerc ha ammesso il suo errore pur ammettendo che si aspettava una traiettoria diversa da parte di Perez.

L’incidente ha fatto entrare la safety car e alla ripartenza si sono viste scintille tra Sainz e Bottas, mentre Russell prendeva il largo. 87 i giri su questo circuito, il più corto del mondiale. Si sono fermati tra il giro 25 e il 30 i piloti in corsa per il 3° posto ma è stata ulteriormente tardata la sosta dei due Mercedes, fin dal via su gomma media. Sosta per Vettel al giro 32, con il tedesco che è rientrato 13°, già doppiato.

Russell si è invece fermato al giro 45 per montare gomma hard e andare fino in fondo, mentre ha allungato lo stint Bottas, anche lui su gomma più dura come il neo-compagno di box. Nel momento in cui si è fermato Latifi (Williams) la direzione gara ha indetto la Virtual Safety Car e alcuni piloti si sono ripetuti ai box per cambiare strategia e montare gomma morbida. Vettel ha avuto problemi al pit, mentre si è accesa la lotta tra Perez e Stroll con il messicano che ha iniziato ad assaporare l’odore del podio senza forse pensare come poi sarebbe finita…

Nuova VSC causata da Jack Aitken che, forse per l’inesperienza, si è girato in uscita dalla curva che immette sul rettilineo, perdendo l’ala anteriore che è finita in pista. Da VSC a safety car è un attimo, visto il vistoso detrito in pista, e al box Mercedes è successo il patatrac! I meccanici hanno montato a Bottas la gomma destinata a Russell, per altro ci sono stati problemi con la pistola per il finlandese e il sostituto di Hamilton è dovuto rientrare un giro più tardi (per regolamento non si possono montare gomme di una matricola assegnata al pilota scelta precedentemente alla gara): a causa della safety, il fino a questo momento dominatore della gara si è ritrovato 5°, proprio dietro l’ex Williams. In tutto questo, si è ritrovato Sergio Perez davanti a tutti.

20 giri infuocati gli ultimi di questo GP Sakhir! Appena tornata al safety car ai box Russell va subito all’attacco della W11 di Bottas e lo ha sorpassato senza timori reverenziali, avvantaggiato dalla gomma morbida ma con grande autorità! Il giro successivo P3 per l’inglesino ai danni di Stroll, subito dopo Ocon. Clamoroso al giro 78! Una foratura per Russell lo condanna a un ulteriore sosta ai box! Che peccato per il pilota britannico che sprofonda al 14° posto da “quasi” vincitore.

Merito, però, a Sergio Perez, che si è ritrovato 18° al termine del primo giro e che ha regalato la prima vittoria al team che fu Jordan, poi Midland, poi Force India fino al team che diventerà Aston Martin nel 2021. Il messicano ha vinto con autorevolezza e, da stasera, si fanno sempre più forti le voci che lo vogliono sul sedile di Albon in Red Bull. Doppio podio per la Racing Point, con Stroll che finisce 3° e anche Ocon, su Renault, può gioire per il suo primo podio in F1.

Peccato per Russell, che si sarebbe meritato la sua prima vittoria, ma se è vero che Hamilton dovrà rinunciare anche ad Abu Dhabi causa isolamento da Covid-19 (anche per gli extraterresti vale la quarantena…) ci sarà modo di rifarsi tra pochi giorni…

GP Sakhir: la classifica a fine gara

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    mick schumacher

    Mick Schumacher campione di F2: a Sakhir il figlio d’arte commuove e si commuove

    pagelle gp sakhir

    Pagelle GP Sakhir: diamo i voti ai protagonisti della gara