martedì, 18 dicembre 2018 - 23:04
Home / Notizie / Attualità / Green Endurance alla Future Mobility Week: vince chi consuma meno in elettrico
Green Endurance

Green Endurance alla Future Mobility Week: vince chi consuma meno in elettrico

Tempo di lettura: 1 minuto.

Future Mobility Week anche fuori dai locali di Lingotto Fiere, a Torino. La più completa manifestazione sull’hardware, il software ed i servizi per la mobilità nuova, ospita il 3 ottobre prossimo, tra i numerosi eventi che la caratterizzano, la penultima prova del “ Green Endurance ”, il nuovo Campionato Italiano Energy Saving varato dalla Commissione Attività Ecosostenibili e Sperimentali di AciSport per il 2018.

Questa edizione del Campionato ammette per la prima volta solo veicoli con alimentazione 100% elettrica. Gli equipaggi si trovano di fronte alla sfida di gestire ogni kW/h della batteria dell’auto durante le gare che hanno lunghezze tra 400 e 600 km. Un settore di gara particolarmente interessante per la mobilità di ogni giorno è la “Green Pole Position”, dove sono determinanti le abilità di guida, navigazione e l’efficienza tecnica delle vetture.

La Green Pole Position è una prova esclusivamente di consumo che determina l’ordine di partenza della gara e premia l’equipaggio più “green” con 5 punti extra in classifica.

La ricarica delle vetture avviene in conformità della normativa (Modo3 IEC 61851-1) con l’allestimento di un “Charge Park” dove ogni concorrente ha a disposizione una wall-box da 7,4 kW con presa Tipo2. A Torino i paddock, la partenza e l’arrivo saranno allestiti nel piazzale antistante a Lingotto Fiere, sede di molte eventi della Future Mobility Week.

Tra i partecipanti di Future Mobility Week hanno già dato da tempo la loro adesione Seat, 5T, EasyPark, FSCargo, Assogasliquidi, Greenshare, Keysight Technologies, Masternaut, Microlease e tanti altre start-up e piccole aziende desiderose di far conoscere il loro messaggio nel campo della mobilità sostenibile.

Per maggiori informazioni, questo il sito ufficiale della Green Endurance 2018.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Ferrari 488 Pista

Ferrari 488 Pista: prima gli inglesi, poi i francesi

La Ferrari 488 Pista si sta affermando, e chi avrebbe mai detto il contrario, come …