in

Honda, dopo il lancio della nuova Civic, annuncia i prossimi passi dell’elettrificazione

Tempo di lettura: 3 minuti

Si parte da lei, dalla nuova Honda Civic Full Hybrid 2022 che completerà il percorso di elettrificazione di Honda in Europa entro la fine del 2022. Il 2023, intanto, inizia a prendere forma per la Casa nipponica sempre più orientata alla completa elettrificazione dei suoi modelli tanto che già dal 2040 non verranno più prodotti nuovi modelli endotermici. 

Il prossimo anno, infatti, vedranno la luce tre nuovi modelli, tra cui un B-SUV Full Electric, lanciato in anteprima come Prototipo e:Ny1, un C-SUV Full Hybrid e il nuovo CR-V, che sarà disponibile, per la prima volta in Europa, sia in versione Full Hybrid che Plug-in Hybrid. La prima sarà una sorta di versione a ruote alte della “e”, la citycar elettrica ormai sul mercato da qualche anno. 

Aver centrato l’obiettivo dell’elettrificazione segna un momento importante per Honda in Europa”, commenta Tom Gardner, Vicepresidente Senior di Honda Motor Europe. “Tuttavia, non ci stiamo accontentando. Siamo già a buon punto con i nostri piani di ampliare ulteriormente la gamma di veicoli ibridi ed elettrici a batteria per i nostri clienti e di aumentare l’offerta nei segmenti B e C-SUV che sono in rapida crescita. Questi nuovi modelli saranno introdotti nel 2023 e prepareranno il terreno per la nuova generazione di auto elettrificate Honda, tutte dotate di straordinarie dinamiche di guida, eccezionali livelli di comfort e l’incredibile praticità a cui i nostri clienti sono ormai abituati”.

Tornando a Honda Civic 2022, l’undicesima generazione è dotata della versione più avanzata dell’esclusivo propulsore e:HEV di Honda, composto da una batteria agli ioni di litio, due motori elettrici compatti abbinati a un motore termico da 2.0 litri di nuova concezione a iniezione diretta e ciclo Atkinson per una potenza totale di 184 CV. La nuova Civic ha l’obiettivo di ottenere emissioni di CO2 inferiori a 110 g/km, ossia meno di 5 L/100 km con una potenza massima del motore di 135 kW e una coppia di 315 Nm.

Il 2023 non sarà solo sinonimo di nuovi modelli, bensì di miglior gestione dell’energia

L’ambizione della Casa di Tokyo è dare vita ad una società sostenibile a impatto zero, creando una connessione tra i prodotti per la mobilità elettrificata e i servizi energetici. Questo aiuterà ad aumentare l’uso di ricariche domestiche per i veicoli elettrici, soluzioni per la ricarica in città e servizi energetici commerciali.

Gli altri progetti comprendono il nuovo servizio di ricarica intelligente Honda e:PROGRESS. Già lanciato con successo nel mercato britannico, questo servizio permette ai proprietari di un veicolo elettrico di ridurre i relativi costi, massimizzando la quantità di energia derivante da fonti rinnovabili.

In Germania, Honda e la società energetica Vattenfall hanno avviato le vendite del loro primo caricatore intelligente per veicoli elettrici con l’introduzione di Honda Power Charger S+ (4G). Insieme a e:PROGRESS questo servizio rappresenta una parte importante dell’obiettivo dell’azienda giapponese di dare vita a una società sostenibile a impatto zero, creando una connessione tra i prodotti per la mobilità elettrica e i servizi energetici, ampliando, al tempo stesso, l’uso delle energie rinnovabili.

Honda a passo spedito verso l’orizzonte carbon neutral

L’obiettivo, e l’orizzonte si sposta al 2050, è raggiungere le zero emissioni in tutti i suoi prodotti e tutte le sue attività aziendali entro la metà del secolo. Batterie allo stato solido, accumulatori sostituibili in tempi brevi, combustibili “carbon neutral” e celle a idrogeno: sono queste le “armi” per incrementare le vendite di veicoli elettrici o a idrogeno fino all’80% del totale entro il 2035. Laboratorio prova di nuove tecnologie sarà inoltre il mondo dell’aeronautica: è allo studio un velivolo elettrico con decollo e atterraggio verticale (eVTOL) per trasportare passeggeri da una città all’altra. Inoltre, nella robotica, un Avatar Honda dotato di intelligenza artificiale e mani a più dita, seguirà le impronte di ASIMO entro la fine del 2024, in vista del lancio effettivo a partire dal 2030.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    autoproff

    AutoScout24 si rafforza acquisendo una quota di maggioranza di AUTOproff

    Citroen CX: la storia dell’ammiraglia francese figlia del vento