in

Hyundai Driving Experience: alla guida delle “N”. Modelli, corso, prezzi

Tempo di lettura: 5 minuti

RS, GTI, M, AMG, Quadrifoglio e chi più ne ha più ne metta. Da qualche anno, però, c’è un nuovo concorrente nel panorama delle auto sportive, un nuovo protagonista che si fa chiamare “N”. Parliamo ovviamente di Hyundai, che da quando ha deciso di mettersi a fare auto sportive, ha dimostrato di saperci fare, eccome.

L’ingresso nel mondo delle corse con il brand N rally ha dimostrato subito di che pasta è fatta la sezione sportiva del Brand coreano e, come spesso accade, dalla pista alla strada il passo è stato breve. Nel tempo, infatti, sono arrivate la i30 N, la i20 N e la Kona N, oltre a tutta la gamma esteticamente sportiva, chiamata N Line.

A questo si aggiunge, come per ogni Marchio sportivo che si rispetti, una sezione dedicata ai corsi di guida, come appunto è la Hyundai Driving Experience, che noi abbiamo scoperto in una interessante due giorni all’Autodromo di Monza.

Modelli Hyundai N: in pochi anni è già punto di riferimento

Hyundai i20 N, i30 N e Kona N. Con questi tre modelli, la Casa coreana è riuscita a prendersi la scena nel mondo delle hot hatch, andando in controtendenza rispetto a un mercato sempre più, silenzioso, elettrico e fatto di apparenza più che di sostanza. La concretezza, però, fa parte di tutti e tre questi modelli, che suonano bene, vanno forte e sono accompagnati da telai molto ben studiati, in grado di affrontare anche lo stress della guida in circuito.

La i20 N è la segmento B sportiva di Namyang, ispirata alla i20 WRC+, offre un’esperienza sportiva grazie a entusiasmanti performance e innovazioni tecnologiche nella dinamica di guida. Il propulsore turbo GDI di 1.6 litri di nuova generazione, abbinato a un cambio manuale a 6 marce, eroga 204 CV e 275 Nm di coppia. Dotata di Launch Control, Rev Matching e N Corner Carving Differential (un differenziale meccanico a slittamento limitato), la i20 N assicura una guida affilata e un’ottima dose di divertimento. Le altre compatte cittadine sportive latitano, mentre la i20 N si presenta come pretendente al trono.

La i30 N con il restyling è riuscita a migliorare ancora si è invece evoluta nel design con qualche affinamento estetico, ha aumentato la potenza a 280 CV e ha portato in dote il nuovo cambio automatico doppia frizione a otto rapporti (N DCT). Il risultato è impressionante: l’auto è affilata, reattiva, ha potenza e ha un sound ancora più aggressivo rispetto al passato (mentre i competitor sono sempre più silenziosi e tappati). Anche nel segmento C, la i30 N è semplicemente una delle migliori anteriori sportive in commercio ed è disponibile anche nella versione Fastback.

Infine, c’è la Kona N: le specifiche sono le stesse della i30 N con qualche cm in più di altezza (anche da terra), ma anche qualche in meno di lunghezza. I 280 CV del 2.0 turbo sono sempre accompagnati da un cambio doppia frizione a 8 rapporti, ma quello che sorprende di più è, nonostante le ruote alte, il telaio e tutto quello che ne consegue. L’agilità e la precisione sono un mix tra le i20 e la i30, per un crossover sportivo che ha pochi concorrenti sul mercato.

Come molti altri Marchi automobilistici hanno fatto anche Hyundai ha ampliato la sua gamma introducendo le versioni N Line, varianti dall’aspetto sportivo, ma con i motori che usiamo in maniera efficiente ogni giorno. Hyundai i10, i20, i30, Kona e Tucson si vestono da sportive, ammiccando a chi cerca un design più aggressivo e bei cerchi in lega, oltre a interni dal sapore più corsaiolo.

Insomma, i modelli N sono destinati a regalarci ancora tante soddisfazioni, ma ora scendiamo in pista, per scoprire il corso Hyundai Driving Experience.

Il Corso Hyundai Driving Experience: imparare divertendosi

Iniziamo la giornata monzese a bordo della i30 N con una serie di esercizi per migliorare il nostro controllo in situazioni di alta velocità e di emergenza. Il primo step, infatti, è la frenata al limite, unita in seguito alla sterzata. Così ci scaldiamo, pronti ad affrontare gli altri esercizi più impegnativi, dove vale la regola più importante di tutte: dove vanno gli occhi, va la macchina. Proprio su questo insistono tanto gli istruttori, che ci fanno settare con precisione la posizione di guida e i movimenti delle mani sul volante.

Del risultato ce ne accorgiamo poco dopo in Parabolica dove entriamo a 80, 90, 100 e poi 110 km/h per mettere alla prova la frenata al limite in curva, fermandosi entro una determinata zona, vicina al punto di corda. Guardando i birilli che delimitano l’area, si arriva lunghi, guardando il punto di corda e l’esterno, verso il cordolo che porta sul rettilineo principale, si frena in tempo. Semplice no?

Dopodiché si arriva all’impegnativo esercizio che potremmo definire test dell’alce con frenata. Rettilineo a 80, 90 e 100 km/h, scarto secco a sinistra e staccata a piena potenza. Gli occhi, la velocità di esecuzione e la costanza sul gas sono le componenti fondamentali. Sterzare troppo presto vuol dire colpire i birilli, troppo tardi colpirne altri, mentre frenare a ruote storte porta il controllo di sbandate a fare miracoli (e durante i test ne ha fatti tanti). Una prova bella e molto formativa.

L’ultimo step a bordo della i30 N è il più scenografico, con una manovra alla 007 in “La morte può attendere”, ovvero un testacoda controllato partendo dalla retromarcia. Qui, le componenti principali sono: velocità di sterzo e coordinazione, dato che bisogna unire il movimento dei piedi, con quello delle mani sul volante e del cambio. Il resto viene molto istintivo, poiché è sicuramente un esercizio più difficile da spiegare che da eseguire.

In seguito, posiamo le i30 per metterci al volante della Hyundai i20 N per una divertente gincana disegnata dai birilli e dalla prima variante con slalom cronometrato. La parte ludica e sfidante della prova a cronometro ha reso tutto più divertente e ci ha permesso di spingere al massimo la piccola coreana, di cui abbiamo apprezzato particolarmente il cambio manuale e la grande reattività tra le strette curve.

A conclusione del corso Hyundai Driving Experience, qualche giro nel circuito libero per spingere la i30 N con cui abbiamo affrontato gli esercizi del mattino, ma anche la Kona N. L’auto lepre detta il ritmo ma, per ragioni di sicurezza e anche di pioggia, non spinge al limite. In ogni caso scateniamo tutti e 280 i cavalli della vettura, toccando i 220 km/h in fondo al lungo rettilineo e togliendoci diverse soddisfazioni in Ascari e tra le magnifiche curve di Lesmo, da affrontare in quarta piena. Ottimo il responso del DCT doppia frizione messo subito alla frusta: è veloce e il feeling tattile del paddle è consistente. La i30 N non sfigura nel Tempio della Velocità, dove servono cavallerie pesanti per fare il tempo, ma dove sono “bastati” 280 CV per divertirsi alla grande e imparare nuove nozioni.

Prezzo Hyundai Driving Experience

Ecco il prezzo della Hyundai Driving Experience con le auto marchiate N, anche se per tutte le informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale: https://eu.drivingexperience.hyundai.com/.

Pacchetto con 1 notte (quindi durata totale 1 giorno e mezzo): 

  • 529 euro (i30 N) / 429 euro (i20 N) 
  • per persona, inclusi hotel e 3 pasti

Il prezzo della Driving Experience 1 notte sale di 200 euro in presenza di un accompagnatore per una camera doppia, con inclusi colazione, accesso all’area della pista e catering (senza attività di guida)

Pacchetto che dura 2,5 giorni (si chiama “Level 2”):

  • 899 euro (i30 N) / 799 euro (i20 N)
  • per persona, inclusi hotel e 6 pasti

Il prezzo della Hyundai Driving Experience sale di 400 euro se c’è un accompagnatore per una camera doppia, con inclusi colazione, accesso all’area della pista e catering (senza attività di guida).

Pilota professionista

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Stellantis e TheF Charging collaborano con Trenitalia per la mobilità elettrica

    BMW 430i Gran Coupé 2022: prezzo, interni, motore, prova su strada