sabato, 15 dicembre 2018 - 5:52
Home / Notizie / Anteprime / Hyundai porta a Ginevra la nuova Kona elettrica
Kona elettrica
Hyundai Kona elettrica

Hyundai porta a Ginevra la nuova Kona elettrica

Tempo di lettura: 2 minuti.

Hyundai guarda al futuro: dopo l’anticipazione di qualche giorno fa, è notizia di oggi l’arrivo ufficiale della nuova Kona elettrica, il B-SUV (dovremmo forse chiamarlo E-SUV?) a batterie che verrà svelato alla stampa al Salone di Ginevra.

Partendo dal design si nota subito una certa dota di personalizzazione: rispetto alla versione alla Kona tradizionale, la Kona Elettrica si distingue subito per la calandra chiusa che le conferisce un aspetto lineare ed elegante e che, al tempo stesso, incrementa l’efficienza aerodinamica determinante su una vettura a propulsione alternativa.

Confermate le luci diurne a LED posizionate al di sopra dei fanali anteriori, anch’essi disponibili a LED, si nota invece un paraurti inedito con una sottile cornice cromata e prese d’aria che diminuiscono il CX della vettura. Anche sul lato B, più “vicino” alla versione a propulsione tradizionale, si nota una notevole cura dei dettagli mentre le dimensioni cambiano con l’arrivo della Kona elettrica: + 15 mm in lunghezza, + 20 mm in altezza, mentre il passo è di 2.600 mm.

Sette saranno i colori della carrozzeria (Chalk White, Dark Knight, Tangerine Comet, Ceramic Blue, Pulse Red, Acid Yellow e il nuovo Galaxy Grey) con tetto a contrasto e ampie possibilità di personalizzazione, 21 in totale.

Il motore, anzi i motori, di nuova Kona elettrica

Nuova Kona Elettrica propone due diversi sistemi elettrici, offrendo così ai clienti la più ampia scelta disponibile sul mercato EV. La versione base, con batteria da 39,2 kWh (agli ioni polimeri di litio) e motore da 135 CV garantisce un’autonomia di guida fino a 300 km (ciclo WLTP) con una singola carica. Ancor più performante è la versione long-range grazie a una batteria da 64 kWh e un motore da 204 CV,che consente un’autonomia fino a 470 km.

Autonomia connessa a tempi di ricarica in linea con le auto premium mosse da batterie. Hyundai dichiara circa 6 ore e 10 minuti per la completa ricarica della batteria low-range (39,2 kWh), mentre servono circa 9 ore e 40 minuti per ricaricare completamente la batteria long-range, il tempo di una dormita.

Tempi che, in presenza di una stazione di ricarica a corrente continua (DC) permettono alla Kona elettrica Long-range di ricaricarsi dell’80% in poco meno di un’ora, in questo caso giusto il tempo di una spesa per la cena con gli amici.

Un’altra caratteristica particolare della versione green di Kona è il cambio “shift-by-wire”, che consente un funzionamento intuitivo del powertrain elettrico. Il sistema di frenata rigenerativa, già presente su Ioniq EV, infatti, permette di massimizzare il recupero dell’energia in fase di frenata, con intensità regolabile tramite le palette al volante.

Il guidatore può contare anche sull’ampio quadro strumenti con schermo da 7”, che fornisce i dati principali sulle prestazioni di guida, senza contare l’Head-up display che proietta le informazioni principali al livello dello sguardo del guidatore.

Confermati infine tutti i dispositivi di sicurezza e di infotainment, compreso l’eccellente sistema audio by Krell e il sistema di ricarica wireless per gli smartphone, già a bordo della normale Hyundai Kona oggi in commercio. A Ginevra saranno svelati prezzi e ulteriori informazioni sul crossover che vuole riscrivere le regole del segmento.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

infotainment Audi

Infotainment Audi: al CES 2019 un’anticipazione di cosa hanno in mente i quattro anelli

Non manca molto al CES 2019, la manifestazione regina dell’elettronica di consumo che aprirà i …