in

I 111 anni di Alfa Romeo celebrati al Museo di Arese: i punti salienti

consegna alfa romeo giulia gta
Tempo di lettura: 3 minuti

Siamo stati ospiti ai festeggiamenti per i 111 anni di Alfa Romeo e alla festa organizzata dalla Casa presso il Museo Storico di Arese. Abbiamo avuto l’occasione di intervistare il nuovo CEO Jean-Philippe Imparato che ha svelato quello che sarà il futuro prossimo del brand ora che è partita la restaurazione ma, soprattutto, vogliamo raccontarvi che giornata è stata tra tanti alfisti e bellezze senza tempo. 

Nel giorno del 111° anniversario del Marchio, il Museo si è tinto di rosso per accogliere i tanti appassionati intervenuti. Alle 10 della mattina la parata di Alfa Romeo di clienti privati ha aperto la giornata, la prima di quattro, ricca di eventi, che animerà il museo fino al 27 giugno. Rosso è stato il dress code per i visitatori, così come le mascherine distribuite gratuitamente all’ingresso, per vivere in sicurezza queste giornate speciali. 

Rosso è uno speciale allestimento temporaneo all’interno del Museo, che fino a domenica racconterà le infinite sfumature e interpretazioni di questo colore, esponendo in una suggestiva carrellata esemplari di diverse epoche e caratteristiche: dalle vetture verniciate a mano con il pennello sul campo di gara fino alle tecnologiche vernici degli anni recenti, dai toni aranciati del rosso Italia ai toni scuri del rosso Proteo, oltre naturalmente al Rosso Alfa, codificato con la sigla AR 501.

Sorrisi che si sprecavano tra i clienti delle Giulia GTA e GTAm, pronti a ricevere i loro nuovi acquisti. Per questi fortunati clienti è stata preparata un’esclusiva customer experience in un percorso dedicato che collega tradizione e innovazione:  alcuni di loro hanno potuto dialogare con i Responsabili del Brand, del Design e dell’Engineering, i quali hanno illustrato dettagli e retroscena della nascita delle loro nuove sportive. 

Fatto ciò, anche le berline da 540 CV aggiornate nel peso e nell’estetica hanno preso parte alla parata. Non poteva mancare, in questa giornata di festa, un evento dedicato a chi vive la passione per il Biscione in modo speciale: i Club Alfa Romeo. Alle 15.30, poi, è stato avviato lo streaming per permettere anche a chi non è potuto intervenire di persona di dire la sua e ricevere i saluti dei vertici Alfa Romeo. 

Da sottolineare che ogni giorno, da ieri e fino a domenica 27 giugno, si svolgeranno diverse parate aperte   a tutte le Alfa Romeo, di qualsiasi età, modello e colore: la partecipazione è gratuita e compresa nel biglietto al Museo – così come tutte le altre attività – ma è necessario registrarsi all’indirizzo mail info@museoalfaromeo.com.

Al Museo Alfa Romeo la diretta del Gran Premio d’Austria

Al Museo sarà anche possibile vivere in diretta il percorso di avvicinamento al GP di Austria con le prove libere, le qualifiche e la gara trasmesse in diretta sul maxischermo della sala Giulia. Venerdì 25 ci sarà un momento esclusivo, a posti limitati, durante il quale gli ospiti, in collegamento con il circuito di Spielberg, potranno dialogare in streaming con i piloti del team, Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi, scoprendo i segreti del paddock e del garage attraverso un virtual tour. Inoltre per tutto il periodo sarà in esposizione la showcar della monoposto Alfa Romeo Racing Orlen che, per l’occasione, esibirà orgogliosamente il logo creato per celebrare i 111 anni del Brand, lo stesso portato in pista al di là delle Alpi. 

I festeggiamenti Alfa Romeo pensati anche per gruppi e famiglie

rosso alfa romeo

Nel weekend si terranno due conferenze di approfondimento sulla storia del Marchio: sabato 26 si parlerà della prima vittoria A.L.F.A. (Modena, 1911, Concorso di Regolarità), domenica 27   del prototipo della 4C, progettato dal Centro Stile Alfa Romeo nel 2011. Al termine della conferenza, i proprietari di 4C sono invitati a sfilare con le loro auto sulla pista interna.  Sempre in tema storico, è   ancora aperta la mostra “Cavalli marini”, che illustra l’impiego di motori del Biscione nella nautica: dalle corse ai trasporti, dai mezzi militari a quelli da pesca. Tutti i giorni sarà inoltre possibile prenotare una visita guidata al “dietro le quinte” del Museo, costituito da due piani dei depositi in cui sono conservati auto, motori, trofei, chassis e altri materiali, normalmente non esposti al pubblico. 

Nel weekend sono previste anche attività per gruppi e famiglie: dal laboratorio creativo per ragazzi in programma sabato 26 alle 15, alla Caccia al tesoro domenica 27 giugno alle 16.30. Il programma completo è consultabile sul sito museoalfaromeo.com a questo link e tutte le attività sono comprese nel biglietto di ingresso. È necessario prenotarsi scrivendo a info@museoalfaromeo.com.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Il Nurburgring ha una nuova regina: la Porsche 911 GT2 RS straccia il record precedente [VIDEO]

    296 GTB anteriore

    Ferrari 296 GTB: design degli esterni e confronti col passato del marchio