mercoledì, 15 Luglio 2020 - 4:10
Home / Notizie / Tecnologia / I-Cockpit 3D Peugeot: com’è e come funziona
i-cockpit 3D peugeot

I-Cockpit 3D Peugeot: com’è e come funziona

Tempo di lettura: 2 minuti.

i-Cockpit 3D, la novità negli abitacoli di Peugeot 208 e 2008. Vi siete chiesti come funziona? Ve lo spieghiamo in questo articolo.

Ha fatto il suo debutto prima su nuova 208 e poi su nuova 2008, facendo già parlare di sè. Mai visto prima d’ora, neanche su un’auto premium, il nuovo i-Cockpit 3D è l’ultima scenografica evoluzione del sistema di infotainment che debuttò su un’altra 208, la prima, nel 2012.

A garantire il suo successo, e la voglia di innovare, 6 milioni di clienti che lo hanno scelto per la loro nuova Peugeot. Da qui è nata la volontà di creare l’ i-Cockpit 3D: il sistema prevede la presentazione delle informazioni nella modalità di ologramma, su livelli diversi, in funzione del loro grado di importanza ed urgenza di lettura. 

i-cockpit 3D peugeot

Scenografico certo, ma anche sicuro. Con questa rappresentazione, il tempo di reazione del guidatore si abbassa di circa mezzo secondo, non certo poco e un fattore che può significare la differenza tra un incidente e non. Dunque, la proiezione dei dati e delle informazioni in 3D tiene conto della loro funzione: basti pensare all’avviso di un possibile contatto con il veicolo che precede.

Nella zona centrale, a completamento del concetto dell’i-Cockpit, subito sopra i toggle switches (tasti stile “pianoforte”), il touchscreen è disponibile nella misura da 5, 7 o 10 pollici, in base al livello di allestimento o alle opzioni scelte. Presente anche nelle versioni elettriche e-208 ed e-2008, sull’ i-Cockpit 3D vengono visualizzati anche i flussi di energia che intercorrono tra batteria e motore elettrico, per la maggior chiarezza possibile. 

i-Cockpit 3D Peugeot
Grazie a una semplice grafica, si ha sempre sotto controllo l’autonomia e la gestione delle batterie sulle e-208 ed e-2008

Il debutto del nuovo i-Cockpit ha poi previsto l’utilizzo di nuovi materiali, più piacevoli al tatto, così da innalzare la qualità generale percepita. Al suo posto, rispetto al passato, è rimasto il volante, sempre piccolo di diametro e posizionato in basso, ma regolabile sia in altezza sia in profondità.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

ford tomtom

Il nuovo SYNC di Ford con le mappe TomTom e il Live Traffic

Arriverà in futuro su tutti i modelli Ford ma, per partire, verrà proposta sul SYNC …