in

Pneumatici estivi in estate

Tempo di lettura: 2 minuti

Con l’arrivo del caldo è importante viaggiare con pneumatici adatti alla stagione in corso.
Complice una primavera breve e caratterizzata dal maltempo, gli automobilisti non si sono quasi accorti dell’arrivo dell’estate, rimandando la consueta visita dal gommista per il cambio di stagione.

Secondo i dati raccolti da Assogomma, sono circa il 20% gli automobilisti che ancora oggi viaggiano sulle nostre strade con gomme invernali.
Per promuovere il concetto di “pneumatico adatto alla stagione”, in Autopromotec, Assogomma e Federpneus hanno realizzato un efficace test per confermare un dato, forse scontato ma non troppo: i pneumatici estivi sono più adatti dei pneumatici invernali quando fa caldo, e ciò a prescindere dal tipo di vettura, dalla marca, dal tipo di pneumatico e dalla misura dello stesso.
Su un rettilineo di circa 300 metri, è stato testato il comportamento in frenata della Alfa Romeo MiTo, della sportiva Alfa Romeo Giulietta, della supercar Maserati Granturismo Sport e della piccola Abarth 500.
Ognuno di questi modelli è sceso in pista con una coppia di vetture identiche, equipaggiate una, con pneumatici estivi e una, con pneumatici invernali, della stessa marca e della stessa misura.
Ognuna delle due vetture ha ripetuto una serie di tre frenate di emergenza, cioè con il pedale a fondo corsa, nel medesimo punto e con il medesimo pilota a bordo.
Le tre brusche frenate con pneumatici estivi, hanno registrato spazi di frenata quasi identici ma fino a 4 metri in meno rispetto alle frenate effettuate con gli invernali. Questa differenza rimane pressoché costante con tutte le vetture utilizzate nei test.


I dati sono stati rilevati tramite un sistema di telemetria, mentre un tecnico, contemporaneamente monitorava la temperatura dell’aria, dell’asfalto e l’umidità dell’aria. << Come in inverno il pneumatico invernale garantisce migliori prestazioni – dice il Direttore di Assogomma, Fabio Bertolotti – così in estate il pneumatico estivo frena in meno spazio rispetto all’omologo invernale. Le frenate sono state ripetute a 60 km/H e a 80 KM /H. Con vetture molto diverse tra loro, su asciutto e su bagnato, con misure di pneumatici diverse e a velocità diverse, il risultato è stato una costante: sempre, quando le temperature salgono, il pneumatico estivo migliora, accorciandolo, lo spazio di frenata rispetto al pneumatico invernale fino al 20% e oltre >>.
A 60 Km/H il pneumatico estivo frena fino a 4 metri prima dell’invernale. Possono sembrare pochi, ma a circa 60 KM/H, si circola in ambito urbano o assimilabile e 4 metri è quasi il doppio della larghezza delle strisce pedonali.


L’utilizzo del corretto equipaggiamento stagionale, cioè pneumatici estivi in estate, quindi è fondamentale per la sicurezza stradale, perché una frenata anticipata di 4 metri può significare evitare un tamponamento o evitare di investire un pedone sulle strisce pedonali.
<< Come confermato dagli studi commissionati al Politecnico di Torino – continua Fabio Bertolotti – l’uso e la permuta dei pneumatici invernali/estivi e viceversa, favorisce una maggiore e più accurata manutenzione, con una ottimizzazione della vita dei pneumatici ed un consumo ottimale dei carburanti, senza costi aggiuntivi per l’automobilista>>.
Infine una raccomandazione tanto ovvia quanto disattesa: è fondamentale gonfiare le gomme della propria auto per viaggiare sicuri, e risparmiare carburante ed usurare meno le gomme.

Neopatentato

Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica.
La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Dì la tua

Ssangyong a giugno registra un +102%

Foto di SEAT Italia

SEAT Leon SC e Ibiza Cupra: la prova in pista a Sarno