in

Il 2020 di Arval: un anno di successi, nonostante il Covid-19

Tempo di lettura: 2 minuti

Qualità dei servizi, capacità di agire rapidamente e saper cogliere nuove opportunità: questi sono stati i punti sui quali si è distinta Arval nel corso del 2020 per una crescita molto superiore a quella del mercato.

Nel 2020, la flotta di Arval è cresciuta del 6,4% rispetto al 2019, raggiungendo 1.381.555 veicoli. La flotta finanziata Corporate ha raggiunto un milione di veicoli nel 2020. Il segmento Retail è cresciuto del 15,7%, e ha raggiunto 100.000 veicoli noleggiati nel mercato dei privati. Il noleggio a medio termine ha registrato un incremento pari al 6%. I 7.200 collaboratori di Arval gestiscono 300.000 clienti in 30 Paesi.

Durante la crisi sanitaria, i collaboratori di Arval in tutto il mondo si sono mobilizzati per assicurare la continuità del servizio, in sicurezza, ai propri clienti. Grazie a una solida infrastruttura IT, oltre il 99% dei collaboratori Arval sono stati in grado di lavorare in sicurezza da casa a partire dal mese di marzo. La società ha poi fornito gratuitamente 350 veicoli a operatori sanitari in 12 paesi. In questo contesto, Arval ha supportato attivamente i propri clienti durante la crisi offrendo prodotti flessibili ed estensioni contrattuali. L’azienda ha poi accelerato la sua strategia sul mercato dell’usato nel corso della crisi dovuta al Covid-19, aggiungendo alle attività di vendita B2B un approccio Retail supportato da una customer journey interamente virtuale.

Per rispondere ai nuovi trend della mobilità post-lockdown, la società ha lanciato a maggio 2020 “The Journey Goes On”, un’offerta pioneristica ideata per aiutare i clienti Arval a far ripartire la propria attività con soluzioni di mobilità sicure, sostenibili e convenienti.

Arval nel 2021: il primo anno di Arval Beyond

Nel 2021, Arval continuerà lo sviluppo della sua strategia puntando a raggiungere risultati concreti nell’ambito dei suoi obiettivi. Tra i progetti si segnalano:

• Nuovi servizi per rispondere al meglio alle esigenze delle aziende: Mobility Hub, Mobility App, Mobility Consulting come parte dell’offerta 360° Mobility di Arval Beyond.

• Una rinnovata ambizione per raddoppiare gli ordini di Battery Electric Vehicles (BEV) del mercato, grazie al supporto di innovativi progetti di CSR che saranno presentati nel mese di giugno 2021.

• Un’ambiziosa agenda per la sottoscrizione di nuove partnership per raggiungere nuove frontiere e nuovi target di mercato.

Arval Italia: crescita del 5,2% della flotta 

Risultati molto positivi anche per l’Italia, che ha chiuso il 2020 con una crescita significativa della flotta noleggiata, raggiungendo 228.327 veicoli, con un incremento sul 2019 pari al 5,2%.

Segno più per tutti i segmenti commerciali: in particolare, cresce del 13% la flotta Retail, destinata a privati, piccole e medie imprese e liberi professionisti e del 24% quella Mid Term (noleggio da 1 a 24 mesi). Sul fronte delle immatricolazioni, Arval Italia ha visto a fine 2020 aumentare la propria market share fino al 21,3%, in crescita del 2,5% rispetto al 2019. Risultati importanti anche per il Remarketing che, con 36.409 veicoli venduti, ha segnato un +4,1% sullo scorso anno.

In linea con gli obiettivi sulla mobilità sostenibile previsti dal piano strategico Arval Beyond (500.000 veicoli elettrificati nella flotta globale Arval entro il 2025), il 2020 è stato caratterizzato da un forte incremento di veicoli green (ibridi ed elettrici) nella flotta di Arval Italia, in aumento di circa l’80% rispetto all’anno precedente.  

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Fiat Uno Turbo: quando Novitec modificò la sportiva anni ’80 [VIDEO]

    Novità Peugeot 2021: modelli elettrici protagonisti assoluti