sabato, 21 luglio 2018 - 17:22
Home / Archivio / Il car sharing targato Eni sbarca a Rimini
Autoappassionati

Il car sharing targato Eni sbarca a Rimini

Tempo di lettura: 2 minuti.

Dopo la Capitale e il capoluogo ambrosiano, Enjoy, il car sharing di Eni realizzato in partnership con Fiat e Trenitalia, approda a Rimini con una flotta di 70 Fiat 500 che da oggi fino a settembre saranno a disposizione dei cittadini e dei moltissimi turisti che in estate popolano la riviera romagnola.

Modalità e caratteristiche del servizio car sharing Enjoy offerte a Rimini sono le medesime già in vigore a Milano e a Roma: l’iscrizione gratuita e completamente on line, una “customer experience” semplice ed immediata e le tariffe concorrenziali più competitive esistenti sul mercato: 25 centesimi al minuto in movimento (per i primi 50 km, dopo i quali si applica anche il costo al km di 25 centesimi) e 10 centesimi al minuto quando si decide di lasciare l’auto noleggiata in modalità sosta.

Il costo è all inclusive, perché comprende anche le spese di assicurazione, manutenzione, carburante e parcheggio.

Tutte le Fiat 500 della flotta di Rimini sono omologate euro 6, hanno i sensori di parcheggio e sono equipaggiate per trasportare in tutta comodità fino a quattro persone.

Noleggiare l’auto più vicina è semplice: basta visualizzarla e prenotarla con l’App per smartphone (Android, iOS e Windows Phone) o tramite il sito internet enjoy.eni.com. Oppure sceglierne una libera lungo la strada e iniziare subito il noleggio.

A Rimini l’area di copertura del servizio, pari a circa 15 kmq, interessa tutto il lungomare e i quartieri più interni. È invece esclusa la ZTL (zona a traffico limitato in cui è vietato il transito a tutte le vetture del car sharing) e nelle zone inibite al traffico per particolari ricorrenze (p.e. Notte Rosa).

A Rimini le Fiat 500 Enjoy possono essere rilasciate al termine del noleggio in qualsiasi parcheggio consentito dal Codice della strada all’interno dell’area coperta dal servizio: sulle strisce bianche senza disco orario; sulle strisce blu (gratuitamente) gestite dall’Amministrazione comunale e nei 31 parcheggi (25 sul lungomare più 6 interni) riservati al car sharing.

In modalità sosta le vetture possono essere parcheggiate ovunque lo consenta il codice della strada; sarà onere del cliente regolarizzare il pagamento dei parcheggi gestiti da operatori privati o utilizzare il disco orario.

Autore: Matteo Di Lallo

Potrebbe interessarti

Binomio al vertice per DS Virgin Racing nella tappa argentina della Formula E

Tempo di lettura: 2 minuti. Il Team DS Virgin Racing sbarca fiducioso in America del Sud per l’ePrix di Buenos …

something