in

Il mercato auto aprile soffre ancora: -17,1% sul 2019, urgono gli incentivi

mercato auto luglio 2020
Tempo di lettura: 3 minuti

Il mercato auto di aprile si conferma in negativo, così come accaduto a marzo. Confrontando i dati direttamente con il 2019, non avrebbe senso paragonarli al 2020 quando ci fu il primo lockdown e venne praticamente interrotta la vendita degli autoveicoli (solo 4,295 vetture ad aprile 2020), scopriamo il quarto mese dell’anno 2021 si è chiuso con un passivo di 175.000 unità (-17,1%) sul 2019.

A, nuovamente, attirare l’attenzione su un fenomeno che sta prendendo una brutta piega, è come sempre UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche straniere. Solo nel 1° quadrimestre, sono andate perse oltre 120.000 vetture, con 592.181 unità immatricolate, in calo del 16,9% sul 2019. Questo numero potrebbe toccare quota 300.000 immatricolazioni se il governo non prenderà una posizione netta sugli incentivi.

In circa 3 mesi e mezzo, i fondi stanziati hanno consentito la rottamazione di 185.000 vecchie auto, per il 95% sostituite con nuove vetture della fascia 61-135 g/km più sicure e pulite, risparmiando all’ambiente circa 115 mila tonnellate di CO2 l’anno e consentendo un’aggiuntività di introiti IVA e IPT per l’erario di circa 160 milioni di euro.

Il PNRR del Governo – ha commentato il Presidente dell’UNRAE Michele Crisci sembra aver trascurato il settore dell’auto, uno dei principali mercati d’Europa per volumi che rappresenta pure una componente importante della transizione ecologica del Paese. E’ importante, perciò, che vengano presto trovati altri strumenti normativi per rendere strutturali gli Ecobonus per le vetture ‘green’ con emissioni fino a 60 g/km CO2”.

Nel breve periodo, invece – ha aggiunto Crisci – è urgente il rifinanziamento degli incentivi per le vetture della fascia 61-135 g/km di CO2 che finora, sempre nell’ottica della sostenibilità, hanno dato il contributo più rilevante”. Il Presidente dell’UNRAE ribadisce infine “l’urgenza di rimediare alla ulteriore forte penalizzazione di cui sono oggetto in Italia le auto aziendali in fringe benefit perché, a causa del mancato adeguamento della tassazione ai nuovi valori di emissione WLTP, sia i dipendenti sia le aziende che concedono il benefit pagano un’imposta maggiore in quanto ancora calcolata su valori di emissione non aggiornati (NEDC correlato)”.

L’analisi della struttura del mercato del mese di aprile, anche in questo caso confrontata con il 2019 per la comparazione non attendibile con l’analogo mese 2020, sotto il profilo degli utilizzatori mostra un rallentamento dei privati che perdono l’8,1% delle immatricolazioni, per l’affievolirsi del contributo degli incentivi, con una quota che nel mese copre il 59,6% del totale rispetto al 63,3% del 1° quadrimestre (entrambi comunque in netta crescita rispetto al 2019).

Mercato auto aprile 2021: top 5 per segmenti (dati UNRAE al 30/04/2021, % sul mercato)

Segmento A (16,7%): Fiat Panda, Fiat 500, Suzuki Ignis, Toyota Aygo, Volkswagen up!

Segmento B (38,4%): Lancia Ypsilon, Toyota Yaris, Ford Puma, Citroen C3, Opel Corsa

Segmento C (29,2%): Jeep Renegade, Fiat 500X, Volkswagen T-Roc, Jeep Compass, Peugeot 3008

Segmento D (13,7%): Volkswagen Tiguan, Ford Kuga, Audi Q3, BMW X1, Mercedes GLA

Segmento E (1,8%): Mercedes GLE, Audi A6, BMW Serie 5, Jaguar F-Pace, Land Rover Range Rover Sport

Segmento F (0,3%): Porsche 911, Maserati Ghibli, Mercedes Classe S, Porsche Panamera, Ferrari F8

Mercato auto aprile 2021: top 5 per alimentazione (dati UNRAE al 30/04/2021, % sul mercato)

Benzina (31,9%): Volkswagen T-Cross, Fiat 500X, Opel Corsa, Citroen C3, Volkswagen T-Roc 

Diesel (22,8%): Jeep Renegade, Fiat 500X, Peugeot 3008, Volkswagen Tiguan, Peugeot 2008

GPL (6,5%): Dacia Sandero, Renault Captur, Dacia Duster, Fiat Panda, Renault Clio

Metano (2,2%): Seat Arona, Volkswagen Polo, Fiat Panda, Skoda Kamiq, Audi A3

Ibride HEV/MHEV (28,7%): Fiat Panda, Lancia Ypsilon, Fiat 500, Toyota Yaris, Ford Puma

Ibride plug-in (4,6%): Jeep Compass, Jeep Renegade, Volvo XC40, BMW X1, Ford Kuga

Elettriche (3,3%): Fiat 500, smart fortwo, Renault Twingo, Renault Zoe, Volkswagen ID.4

Mercato auto aprile 2021: la top ten delle auto più vendute in Italia (dati al 30/04/2021 – fonte: UNRAE)

  1. Fiat Panda (10.253)
  2. Fiat 500 (5.750)
  3. Lancia Ypsilon (5.156)
  4. Jeep Renegade (4.111)
  5. Fiat 500X (4.106)
  6. Toyota Yaris (3.856)
  7. Ford Puma (3.294)
  8. Citroen C3 (3.271)
  9. Volkswagen T-Roc (3.035)
  10. Opel Corsa (2.996)

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    IM Motors Airo: invece di inquinare, pulisce l’aria

    Sicuri che tutti sappiano affrontare in auto una comune rotonda? [VIDEO]

    Sicuri che tutti sappiano affrontare in auto una comune rotonda? [VIDEO]