lunedì, 23 luglio 2018 - 13:24
Home / Archivio / Il SUV Lamborghini si farà in Italia. C’è la firma di Renzi

Il SUV Lamborghini si farà in Italia. C’è la firma di Renzi

Tempo di lettura: 2 minuti.

Automobili Lamborghini annuncia l’introduzione di un terzo modello, un SUV di lusso, che andrà ad aggiungersi alla sua gamma prodotto a partire dal 2018. Un concept di SUV col nome Urus venne presentato nel 2012 in occasione del Salone dell’Auto di Pechino.

Il nuovo modello Lamborghini sarà prodotto a Sant’Agata Bolognese, presso il sito produttivo dell’Azienda. Si tratta di una decisione determinante che porterà la Casa del Toro a un cambiamento epocale, a fronte di investimenti per centinaia di milioni di euro nel corso dell’intero ciclo vita del prodotto. Altrettanto significativo sarà l’impatto sulla capacità produttiva dello stabilimento, che vedrà un incremento sostanziale.
SUV lamborghini Renzi 1
Il progetto industriale vedrà la luce grazie allo sforzo congiunto di tutte le parti in causa: il Gruppo Volkswagen con AUDI AG in qualità di azionista di Lamborghini, il Ministero dello Sviluppo Economico, Invitalia (Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa), la Regione Emilia Romagna, le organizzazioni sindacali e tutto il team Lamborghini.
Stephan Winkelmann, Presidente e AD di Lamborghini, ha così commentato: “Siamo orgogliosi di poter dare a Lamborghini un terzo modello, che segnerà una crescita stabile e sostenibile dell’Azienda e ne decreterà una svolta epocale”. Ha inoltre aggiunto: “Il nuovo SUV si farà a Sant’Agata: questo dimostra tutto il nostro impegno a salvaguardare il valore del Made in Italy nel mondo”.
La produzione del nuovo SUV Lamborghini a Sant’Agata Bolognese avrà un notevole impatto sulla superficiale aziendale: è difatti previsto un incremento di superficie coperta pari quasi al doppio, da 80.000 mq attuali a 150.000 mq futuri. In termini di infrastrutture è in programma la costruzione di una nuova linea, un nuovo magazzino, nonché l’ampliamento dei reparti di ricerca e sviluppo. Altrettanto significativo sarà l’impatto in termini di risorse umane: 500 le nuove assunzioni previste, a cui si aggiungerà un effetto benefico sull’indotto.
 
Luca de Meo, membro del Board per le Vendite e il Marketing di AUDI AG, ha commentato: “Lamborghini oggi rappresenta uno dei marchi più esclusivi al mondo. Audi è molto orgogliosa delle società italiane che fanno parte del suo gruppo. Sono felice di questo risultato importante, non solo per Lamborghini ma anche per l’Italia. Un ringraziamento al Governo per avere sostenuto il progetto e aiutato affinché si potesse realizzare tutto questo”.
L’introduzione del terzo modello vedrà l’Azienda impegnata a competere in un segmento finora inesplorato e in rapida crescita quale quello dei SUV di lusso. Si prevede anche un aumento significativo della fascia dei clienti del marchio: la nuova vettura potrà attirare non solo gli attuali clienti Lamborghini, ma anche i possessori di SUV di altre marche, nuovi clienti e le famiglie. La distribuzione dei volumi sarà ben bilanciata tra le tre principali regioni EMEA (Europa e Medio Oriente), America e Asia Pacifico, mentre i principali mercati di riferimento saranno rappresentati da Stati Uniti, Cina, Medio Oriente, Gran Bretagna, Germania e Russia. 

In termini di volumi, si prevede la vendita di oltre tre mila SUV Lamborghini all’anno, cifra che comporterà un raddoppio degli attuali volumi commerciali della Casa.  

Autore: Federico Ferrero

Direttore Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

Binomio al vertice per DS Virgin Racing nella tappa argentina della Formula E

Tempo di lettura: 2 minuti. Il Team DS Virgin Racing sbarca fiducioso in America del Sud per l’ePrix di Buenos …

something