venerdì, 18 Settembre 2020 - 18:09
Home / Notizie / Ecologia / Infiniti Q50: cinque stelle EuroNcap

Infiniti Q50: cinque stelle EuroNcap

Tempo di lettura: 2 minuti.

La nuova berlina sportiva Infiniti Q50 (da noi provata) si è aggiudicata il massimo punteggio per la sicurezza assegnato dal consorzio indipendente EuroNCAP che sottopone a crash test le nuove auto che arrivano sul mercato: la notizia è stata confermata oggi, alla vigilia del lancio pan-europeo del nuovo modello.

 

La Infiniti Q50 si è guadagnata le 5 stelle EuroNCAP grazie a un punteggio dell’86% per la protezione di conducente/passeggeri e dell’85% per la protezione dei bambini conseguito in varie prove. Il modello sottoposto ai test, la Q50 2.2d Premium, ha ottenuto risultati soddisfacenti anche nella categoria Safety Assist, mentre gli esperti di EuroNCAP hanno giudicato efficace per la protezione dei pedoni anche il cofano ‘attivo’ incluso nella dotazione standard.  

 

La gamma Q50 include (a seconda del modello) numerose tecnologie in anteprima mondiale, fra cui il sistema elettronico by-wire Direct Adaptive Steering (DAS), in grado di eliminare le vibrazioni e di ‘strattonare’ il volante in condizioni stradali avverse, ad esempio sulle strade sterrate. E’ inoltre disponibile il sistema Active Lane Control, in grado di ‘calamitare’ il veicolo all’interno della corsia di marcia, riducendo così l’esigenza di fare continue correzioni dello sterzo durante la marcia per mantenere l’auto in traiettoria e rendendo quindi meno stancante la guida sulle lunghe percorrenze in autostrada.  

 

 

Sono inoltre disponibili altri dispositivi avanzati (a seconda del modello) che sono d’ausilio in situazioni come, ad esempio: retromarcia (Back-up Collision Intervention).

  • Questo sistema anti-collisione in retromarcia rileva la presenza di veicoli e oggetti in movimento dietro la vettura quando viene innestata la retromarcia, avvisando il conducente con segnali visivi e acustici. Se necessario, il sistema aziona autonomamente i freni per evitare la collisione.
  • Sconfinamento dalla corsia di marcia (Lane Departure Warning e Lane Departure Prevention). Questo sistema introdotto in anteprima mondiale rileva lo sconfinamento dalla corsia di marcia e aiuta il conducente a riportare il veicolo al centro della corsia.
  • Attraversamento della traiettoria di un altro veicolo (Blind Spot Intervention e Blind Spot Warning). Una tecnologia in anteprima mondiale che aiuta il conducente a evitare i veicoli che si trovano nei punti ciechi della vettura durante le manovre di cambio corsia.
  • Ingorghi autostradali (Predictive Forward Collision Warning). Un’altra tecnologia innovativa introdotta per la prima volta da Infiniti: il dispositivo PFCW segnala al conducente i pericoli che si trovano oltre il campo visivo di quest’ultimo, tenendo conto non solo della vettura davanti ma anche del veicolo che precede quest’ultima.
  • Decelerazione rapida (Forward Emergency Braking). Se è necessaria una frenata improvvisa per evitare una collisione, il sistema, dopo aver avvisato il conducente, aziona autonomamente il pedale dell’acceleratore per decelerare e applica una forza frenante parziale per aiutare chi guida a ridurre la velocità di marcia.  
  • Manovre a basse velocità in aree ad alta densità di circolazione (Around View Monitor con Moving Object Detection). Il sistema di telecamere operanti in tempo reale – introdotto da Infiniti in anteprima mondiale – offre una visuale virtuale a 360° dell’area attorno alla vettura, segnalando eventuali pericoli visivamente e acusticamente.

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

irengo store

Store IrenGO nello spazio ACI di Torino

Lo store IrenGo, attivo nel capoluogo piemontese da novembre 2019, rappresenta un nuovo punto di …