in

Infiniti Q50 e QX70 firmate Poltrona Frau

Infiniti Italia
Tempo di lettura: 4 minuti

Due vetture Infiniti, appositamente realizzate in collaborazione con Poltrona Frau per stupire e sedurre al tempo stesso, sveleranno domani i loro nuovi volti in un intrigante misto di “bontà” e “cattiveria”.

Le versioni speciali della Q50 e della QX70 sono il primo frutto della collaborazione creativa tra due straordinari marchi del lusso: la casa automobilistica Infiniti, che opera nel segmento premium, e la rinomata azienda italiana di arredamento di lusso e lavorazione della pelle Poltrona Frau.

Le automobili sono state presentate nel corso di una serata esclusiva organizzata da Poltrona Frau nell’ambito del Salone Internazionale del Mobile, la nota manifestazione che si tiene a Milano dall’8 al 13 aprile. Entrambi i modelli, realizzati appositamente per l’occasione, sono stati creati nel quartier generale di Poltrona Frau a Tolentino, grazie all’utilizzo delle stesse tecniche e materiali che hanno portato all’azienda importanti riconoscimenti a livello mondiale.

Infiniti Poltrona Frau 03 hires

Lavorare insieme è stata una grande opportunità per due marchi premium come Infiniti e Poltrona Frau. Il progetto è partito in modo naturale e spontaneo, basato sull’apprezzamento e sul reciproco rispetto delle nostre unicitá di visione e di valori fondanti del marchio“, commenta Shiro Nakamura, Chief Creative Officer di Infiniti.

Il team del design di Infiniti ha tratto forte ispirazione dalla modernità di Poltrona Frau, cosí come dalla sua affascinante storia e assolute capacitá creative e produttive. I risultati di questo nostro comune progetto meritavano di essere esposti come vere e proprie opere d’arte in occasione del Salone del Mobile di Milano, offrendo cosí ai visitatori la possibilità di avvicinarsi a questa ‘provocazione stilistica’ che spinge il marchio Infiniti oltre i limiti“.

Alla Q50 “buona”, con la purezza della sua potenza ibrida rappresentata dagli esterni in bianco cangiante e dagli interni in morbidissima pelle bianca, si contrappone l’iconica QX70, l’altra metà di una coppia molto dinamica, ma un’auto che indubbiamente tende alla parte oscura: nera, cattiva e spinta da un potente V8, la QX70 interpretata da Poltrona Frau si presenta tanto minacciosa quanto innocente appare, invece, la Q50Nonostante i caratteri diametralmente opposti, sia la “buona” che la “cattiva” rispecchiano in pieno la spasmodica attenzione per la precisione e la passione che anima entrambi i marchi.

Infiniti Poltrona Frau 14 hires

La Q50 e la QX70 nascono già con personalità forti e diverse“, spiega l’Executive Design Director di Infiniti, Alfonso Albaisa. “Con questo progetto abbiamo voluto evidenziare ancora di piú questa diversità, in modo da catturare alla perfezione non solo la natura provocatoria di Infiniti ma anche il dualismo dei nostri processi tradizionali e di quelli fortemente innovativi“. Albaisa aggiunge: “Aver portato avanti con Poltrona Frau una collaborazione tanto creativa ci ha permesso di aprire una porta su un mondo di design e capacità manuale che va oltre l’attuale panorama del lusso nel settore dell’auto“.

Piero Valentini, Direttore Generale della divisione Interiors in Motion di Poltrona Frau, afferma che aver esteso le capacità che hanno contraddistinto l’arredamento in pelle di Poltrona Frau per oltre 100 anni ad un progetto automotive con Infiniti è stata una scelta naturale.

Per noi la sfida è stata quella di trasferire sulle auto il meglio del nostro arredamento, l’attenzione al dettaglio e le caratteristiche uniche di Poltrona Frau. I due marchi hanno molte cose in comune – eleganza, precisione e passione per i particolari – ed abbiamo lavorato molto bene insieme“. “Il nostro approccio è quello di essere sempre al vertice in ogni cosa che facciamo, quindi per noi è stato naturale lavorare con Infiniti“.

Lo straordinario aspetto delle due vetture è in buona parte dovuto anche allo schema di abbinamento dei colori, ispirati al Sistema Colori Pelle Frau per l’arredamento da casa, che rafforza ulteriormente la vicinanza tra il design d’arredamento e il mondo dell’auto.

Infiniti Poltrona Frau 12 hires

Per la QX70, i designer di Infiniti e Poltrona Frau hanno scelto il contrasto tra Pelle Frau di colore Nero Salomon e Ribes (scuro come l’omonimo frutto). Il Ribes è stato utilizzato anche per evidenziare alcune parti esterne, come la sezione inferiore dei paraurti e le doghe della griglia anteriore. Anche le barre sul tetto sono coperte di pelle color Ribes, facendo cosí risaltare ancor di piú lo speciale colore nero della carrozzeria, i suoi inserti satinati e cerchi da 21 pollici.

La Q50 è un cavaliere dalla splendente armatura bianca: in questo caso il colore esterno è Zinco con contrasti in color Lava (blu leggero), entrambi ancora una volta più facilmente associabili all’arredamento Poltrona Frau che alle automobili. Cerchi bianchi, elementi satinati e – tocco di assoluta indulgenza – specchietti retrovisori laterali ricoperti in pelle bianca.

Infiniti Poltrona Frau 02 hires

Per entrambe le auto è stata utilizzata la miglior pelle di Poltrona Frau, universalmente nota per l’esclusivo trattamento a 21 fasi, che garantisce non solo un impatto visivo straordinario, ma anche una sensualità inconfondibile. Per ogni vettura sono state utilizzate venti pezze di pelle – per un totale di circa 100 metri quadri – provenienti da animali allevati ad Arzignano, vicino Vicenza.

Cento diverse sezioni, di dimensioni tra loro molto diverse, sono state tagliate a mano e cucite su ciascuna auto. Quasi ogni singola superficie è stata trattata da Poltrona Frau: solo per il taglio, il cucito e l’applicazione sono state necessarie 500 ore di lavoro per ogni vettura da parte di tre specialisti.

La prima apparizione della “buona” e della “cattiva” avviene nel corso di una serata speciale organizzata da Poltrona Frau alle Fonderie Napoleoniche di Milano, nei giorni della Fiera Internazionale del Mobile, per inaugurare la mostra dell’archi-star vincitore del Premio Pritzker, Sir Nicholas Grimshaw. 

Dì la tua

Mercedes-Benz Classe V: foto gallery

Vita da Pilota – Autoappassionati.it in gara: Rally di Sanremo, che delusione!