in

Intervista ad Andrea Henke, Responsabile Marketing Auto di Suzuki Italia

Suzuki Italia
Tempo di lettura: 3 minuti

In occasione del RiminiOffRoad Show che ha coinvolto migliaia di appassionati del mondo off road Suzuki Italia non poteva mancare con la sua gamma di vetture dotate della trazione integrale 4×4 AllGrip. Noi abbiamo colto l’occasione per intervistare Andrea Henke, responsabile marketing auto di Suzuki Italia, ecco cosa ci ha raccontato il giovane manager sul presente e sul futuro del Marchio giapponese.

Come Suzuki Italia siete in prima linea qui al RiminiOffRoad Show 2017 per presentare le novità senza dimenticare un’icona come Jimny, cosa ci puoi dire a riguardo?

“Beh quando si parla di fuoristrada e passione per il fuoristrada è chiaro che Suzuki deve essere presente a questo tipo di manifestazioni per incontrare i suoi clienti e i suoi appassionati. Dove c’è passione non può poi mancare il nostro Jimny, il massimo esponente del mondo off road di Suzuki qui presente nella versione Shinsei, ovvero quello che riprende gli stilemi della versione di lancio risalente a quasi cinquanta anni fa, nel 1970. Una tradizione nel 4×4 che noi non abbiamo mai smesso di migliorare infatti siamo poi qui per promuovere la tecnologia AllGrip (disponibile su 5 modelli in tre tipologie, non perdetevi il nostro focus tecnico).”

Jimny rimane un’icona del Marchio nonostante abbia mantenuto gli stilemi del modello originario, come si spiega questo successo?

“Assolutamente, come per tutte le icone bisogna preservarle e “coccolarle”. Ecco come è nata l’edizione Shinsei, ovvero abbiamo voluto preservare il DNA rafforzandone l’heritage con 100 esemplari e un colore dedicato che riprende il colore originale degli anni ’70.“

Parlando di Suzuki Italia l’arrivo di nuova Ignis e di nuova Swift come è stato recepito sul mercato e cosa prevedete per i prossimi mesi?

“I risultati sono assolutamente positivi: Ignis, lanciata a metà gennaio, ha destato notevole successo fin dal primo porte aperte e i volumi continuano a crescere, consentendoci di crescere di più sul mercato italiano con un più che positivo + 58% (escludendo il segmento premium, ndr). Questo certifica la bontà del prodotto Ignis, una vettura che porta in dote una notevole quantità di tecnologia tra trazione 4×4 e l’ibrido, un contenuto che il cliente sta iniziando ad apprezzare grazie al vantaggio economico di soli 1.000 euro. Su Ignis possiamo abbinare le varie motorizzazioni con l’ibrido SHVS oltre all’AllGrip e tutto ciò è stato premiato dal mercato. La nuova Swift è invece un’altra icona per noi, rappresenta di fatto un brand che all’interno di Suzuki rappresenta un modello vincente. I nostri clienti la aspettavano e la rivoluzione ha riguardato il pianale che è stato riprogettato senza dimenticare le sue doti sportive. La capacità del bagagliaio è aumentata di 50 litri ma gli stilemi di grinta e sportività non sono stati messi da parte, infatti la nuova Swift è stata abbassata e allargata per aumentare l’impatto su strada.”

Capitolo a parte merita il motore Boosterjet, il motore turbo benzina che equipaggia anche la nuova Swift. L’abbinamento con l’ibrido sta funzionando?

“Turbo e ibrido è un accostamento che fa venire in mente la F1, una tecnologia che noi proponiamo su una segmento B con grande accessibilità per i nostri clienti che stanno rispondendo positivamente perché offriamo grandi prestazioni a buon prezzo.”

Invece una versione 4×4 della nuova Swift è prevista a breve?

“Assolutamente, il nostro marchio di fabbrica è e rimane il 4×4. La versione precedente aveva il 4×4 e così succederà per la nuova Swift, che verrà dotata dell’AllGrip Auto abbinato al motore da 90 CV; prevediamo il lancio dopo l’estate per in un qualche modo garantire la massima offerta per i nostri clienti che vogliono sportività, stile e capacità di avventurarsi anche su terreni non proprio convenzionali.”

Maison Citroen

Inaugurata la Maison Citroen: il futuro delle concessionarie

Motul è partner del WEC

Motul è partner del WEC e del Team Vaillante Rebellion