sabato, 21 luglio 2018 - 21:26
Home / Notizie / Curiosità / Italdesign e Audi: la nuova Q2 è molto italiana

Italdesign e Audi: la nuova Q2 è molto italiana

Tempo di lettura: 2 minuti.

Italdesign è stato il partner di Audi per lo sviluppo ingegneristico del progetto Q2. Tra Moncalieri e Ingolstadt si è instaurata una reciproca e proficua collaborazione per quanto riguarda lo sviluppo ingegneristico del nuovo SUV tedesco.

Dal concept development, agli studi di fattibilità di stile; dalla definizione delle superfici di stile allo sviluppo dell’upper body, sia per gli esterni sia per gli interni – occupandosi anche dell’aerodinamica, della climatizzazione dell’abitacolo e del raffreddamento motore; dall’integrazione elettrica ed elettronica, alla sicurezza passiva fino alle prove di testing e validazione sia virtuali sia fisiche e alla valutazione delle prestazioni statiche e dinamiche della vettura. In tutti questi passaggi Italdesign ha fornito il suo supporto e le sue competenze per sviluppare al meglio il progetto e continuerà a farlo anche dopo il lancio, a produzione avviata.

Le aree di sviluppo che non sono state prese in carico da Italdesign, in linea con la storia dell’azienda, sono quelle relative al motore e al cambio, oltre alla piattaforma, la ormai nota MQB.

Q2 engineering

Lo stabilimento Italdesign di Nichelino, a pochi km di distanza dal quartier generale di Moncalieri, ha visto la produzione di oltre settanta prototipi, necessari per la validazione del progetto e l’esecuzione dei test secondo gli standard omologativi e di rating mondiali.

«Questa proficua e reciproca collaborazione con Audi – ha dichiarato Antonio Casu, Head of Engineering – è frutto della esperienza quasi cinquantennale maturata nella progettazione di autoveicoli. Negli ultimi anni abbiamo investito costantemente nell’aggiornamento di competenze e strumenti per far sì che Italdesign rimanga un punto di riferimento per i costruttori di tutto il mondo nel campo dell’automotive engineering. La partnership con Audi su un progetto cruciale come il Q2 è un importante riconoscimento per l’azienda e per tutte le persone che ci lavorano ed è una importante conferma di come Italdesign sia in grado di seguire con successo un progetto “chiavi in mano” anche molto complesso e articolato».

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

Cristiano Ronaldo

L’auto aziendale di Cristiano Ronaldo è la potente Jeep Grand Cherokee Trackhawk da 700 CV

Tempo di lettura: 1 minuto. L’arrivo del giocatore portoghese alla Juventus, da molti già da stampare nella memoria come l’evento …

something