domenica, 23 settembre 2018 - 18:02
Home / Archivio / Jaguar Land Rover nuove partnership per una guida più “leggera”
Autoappassionati

Jaguar Land Rover nuove partnership per una guida più “leggera”

Tempo di lettura: 2 minuti.

Ricordando i bei tempi passati le uniche distrazioni per i guidatori erano la selezione sulla radio della propria stazione preferita o il rimproverare i propri figli per quello che stavano facendo. Al giorno d’oggi, invece, siamo sempre più circondati da una miriade di dispositivi elettronici e tecnologici. Questi dispositivi, se da un lato ci permettono di rimanere connessi in real time con il WEB (la Rete) e ci consentono di usufruire di moltissimi contenuti multimediali e di sistemi di assistenza alla guida, nello stesso tempo ci distraggono non poco dal condurre la nostra vettura a causa del sempre non facile utilizzo degli stessi.

Jaguar Land Rover, attenta al suddetto problema, rafforza i propri legami con i leader tecnologici dell’industria e del mondo accademico grazie alla partecipazione ad un progetto che mira a ridurre la potenziale distrazione del guidatore durante l’impiego dei futuri sistemi di interfaccia uomo-macchina (HMI).

All’interno del consorzio AHEAD (Advanced Human Factors Evaluator for Automotive Distraction), Jaguar Land Rover opererà a fianco di MIT AgeLab, della DENSO e della Touchstone Evaluations, sui sistemi di misura dell’impegno richiesto ad un guidatore dalle più recenti tecnologie HMI (Human Machine Interface). Ciò contribuirà a individuare nuovi sistemi in grado di minimizzare ogni eventuale distrazione, garantendo al contempo un’operatività intuitiva, accattivante e sicura.

L’obiettivo di AHEAD è quello di produrre un set di strumenti capaci di offrire una valutazione obiettiva e quantificabile, impiegabile dall’industria nello sviluppo di nuovi HMI. Ciò migliorerà l’efficacia e l’affidabilità dei dati, aiutando costruttori e fornitori di sistemi elettronici a produrre nuove interfacce che soddisfino ogni esigenza di costruttori, consumatori e normative.

L’AHEAD mira a rendere possibile la valutazione del carico di lavoro di un sistema già nello stadio di primo prototipo, quando è ancora possibile effettuare modifiche con facilità ed efficacia e non più tardi, durante il processo di sviluppo del veicolo.

Il Dr Wolfgang Epple, Direttore Ricerca e Tecnologia della Jaguar Land Rover, ha dichiarato: “Le opportunità di fornire a chi è al volante, l’accesso a sistemi completi di comunicazione e le informazioni più sofisticate, aumentano in maniera eccezionale. Il nostro obiettivo è che i clienti possano avvalersi di tecnologie automobilistiche più efficaci, rapide e seducenti, ma dobbiamo altresì assicurarci che tali tecnologie possano essere usate intuitivamente e in piena sicurezza, con il minimo di distrazione”.

“Il nostro lavoro con MIT AgeLab, DENSO e gli altri partner dell’AHEAD, ci porrà in prima linea nella comprensione del carico di impegno richiesto al guidatore. Ciò sarà di vitale importanza nello sviluppo dei sistemi che intendiamo introdurre in futuro, per tenere il passo con la rapida espansione delle tecnologie del veicolo e della comunicazione”.

Autore: Matteo Di Lallo

Potrebbe interessarti

Binomio al vertice per DS Virgin Racing nella tappa argentina della Formula E

Tempo di lettura: 2 minuti. Il Team DS Virgin Racing sbarca fiducioso in America del Sud per l’ePrix di Buenos …

something