giovedì, 6 Agosto 2020 - 18:17
Home / Prove / Primo Contatto / Jeep Compass 4xe: Prova in anteprima, Prezzi, Dimensioni, Interni, Motore
Jeep Compass 4xe

Jeep Compass 4xe: Prova in anteprima, Prezzi, Dimensioni, Interni, Motore

Tempo di lettura: 5 minuti.

Prodotta a Melfi (prima solamente a Toluca, in Messico), così come Renegade, Jeep Compass 4xe rappresenta un’evoluzione sostanziale verso l’elettrificazione del fortunato crossover di segmento C lanciato nel 2017.

Abbiamo provato la Jeep Compass in formato plug-in hybrid in un primo contatto in anteprima all’interno dell’eccellenza della struttura di Balocco, ma prima di raccontarvi come va, parliamo dei prezzi, degli esterni e degli interni.

Prezzo Jeep Compass 4xe

Il listino prezzi di Jeep Compass 4xe parte da 42.650 euro ma sono differenti le offerte pensate sia da FCA Bank sia da Leasys, in questo caso per quanto riguarda le formule di noleggio. La prima, infatti, propone Jeep Excellence, con la classica formula, alla fine del finanziamento, circa la possibilità di sostituire la vettura acquistandone una nuova, tenere l’auto pagando la maxi rata residua, o rifinanziarla, o, ancora, restituirla. Nel caso di Compass 4xe, il finanziamento prevede un anticipo di 6.000 euro e rate di 369 euro/mese, da gennaio 2021. Un vantaggio economico è calcolabile in 2.500 euro, pari all’Ecobonus riservato all’acquisto di un veicolo ibrido con rottamazione.

Jeep Miles è invece la soluzione legata al noleggio e prevede la formula del “Pay per Use”: il prezzo di noleggio di Jeep Compass 4xe è di 359 euro al mese, IVA inclusa, senza anticipo e con tutti i servizi inclusi. Jeep Miles by Leasys è un noleggio con durata 48 mesi che prevede i primi 1.000 chilometri già inclusi nel canone, a cui si aggiunge una quota variabile mensile calcolata in base ai chilometri effettivamente percorsi, quest’ultimi rilevati dalla  T-Box Mopar Connect, installata a bordo del veicolo, permette di rilevare i chilometri reali effettuati dal cliente.

Limited, S e Trailhawk, tutti con configurazione a trazione integrale, sono i tre allestimenti previsti per Compass 4xe, per cui è previsto anche l’allestimento Business (43.910 euro).

Attenzioni agli incentivi che possono far scendere in maniera notevole i prezzi di listino di Compass, grazie al contributo dello stato e delle amministrazioni comunali.

Dimensioni Jeep Compass 4xe

Jeep Compass 4xe

Le dimensioni di Jeep Compass 4xe sono le seguenti: lunghezza 4,36 metri, larghezza 2,03 metri, altezza 1,65 metri e passo di 2,57 metri.

A livello estetico, la Jeep Compass 4xe si differenzia esclusivamente per la presenza dello sportello di ricarica sul lato sinistro della vettura e per i badge “Jeep”, “Compass” e “4xe” con bordi di colore specifico.

Numerose le opzioni di personalizzazione degli esterni, con 22 combinazioni tra monocolore o bicolore con tetto nero (disponibili in base al modello) sulla Compass 4xe. La gamma colori comprende le tonalità Alpine White, Glacier, Granite Crystal, Jetset Blue, Blue Shade, Sting Grey, Colorado Red, Carbon Black e Solid Black, cui si aggiungono 3 specifiche per la Compass 4xe (Ivory Tristrato, Blue Italia e Techno Green).  Sono inoltre disponibili quattro design dei cerchi specifici.

Interni Jeep Compass 4xe

Gli interni di Compass 4xe presentano caratteristiche esclusive per questa versione elettrificata tra cui il nuovo display a colori TFT da 7” che mostra al guidatore informazioni specifiche relative alla guida in elettrico (il livello di carica della batteria, l’autonomia in modalità elettrica, a combustione interna e combinata, la percentuale di potenza e i livelli di carica) e lo schermo a colori del sistema Uconnect da 8,4” aggiornato con nuove funzionalità specifiche per visualizzare il flusso di potenza e altre utili informazioni come la gestione della modalità eSave e le diverse impostazioni di guida.

Come accade per Renegade 4xe, anche Compass 4xe è dotata dei nuovi Uconnect Services che prevedono cinque pacchetti di serie – My Assistant, My Car, My Remote, My Navigation e My eCharge – per la connettività di bordo e da remoto avanzata grazie a una serie di servizi utili per la sicurezza e il comfort. In particolare, il nuovo pacchetto My eCharge specifico dei modelli 4xe permette di utilizzare e pagare le stazioni di ricarica pubbliche, nonché di impostare e controllare quelle private. 

Motore Jeep Compass 4xe 

Jeep Compass 4xe

Jeep Compass 4xe abbina il 1.3 turbo benzina al motore elettrico, quest’ultimo situato sull’assale posteriore, alimentato dalla batteria da 11,4 kWh ricaricabile durante la marcia o mediante una presa di corrente esterna: a casa, attraverso una presa domestica, utilizzando la easyWallbox oppure l’avanzata Connected Wallbox, o da un punto di ricarica pubblica. 

Da solo, il turbo benzina 1.3 eroga due livelli di potenza, 130 CV e 180 CV a cui si aggiungono 60 CV prodotti dal motore elettrico per un totale di 190 CV (versioni Business e Limited) e 240 CV (Trailhawk e S). La coppia prodotta dal motore elettrico è di 250 Nm, 270 Nm prodotti dall’endotermico, con l’automatico 6 marce proposto sempre di serie. Grazie alla combinazione tra il propulsore a combustione interna e il motore elettrico, Compass 4xe accelera da 0 a 100 km/h in 7,5 secondi e la velocità massima è pari a 200 km/h (130 km/h in modalità elettrica). 

Inoltre, sui modelli 4xe tre sono le modalità di guida disponibili generate dalla sinergia tra il motore elettrico e tradizionale: “Electric”, “Hybrid” e “E-Save”. La modalità elettrica è ideale per i centri urbani, la modalità ibrida consente la miglior efficienza del sistema e la modalità E-save preserva o ricarica la batteria.

A tali modalità si aggiungono una serie di funzionalità specifiche per la guida elettrificata, come lo Sport Mode – che agisce su erogazione motore, taratura sterzo e pedale dell’acceleratore, regolando la guidabilità della vettura al fine di garantire prestazioni sportive; l’E-Coaching – che monitora lo stile di guida per una gestione più efficiente dell’energia, e lo Smart Charging – per gestire con facilità le modalità di ricarica sia dalla radio Uconnect del veicolo che dal proprio smartphone.

Alla guida della Jeep Compass 4xe 2020: tuttofare made in Melfi

Con l’avvento della versione 4xe, la Compass ottiene un ulteriore scelta tra le motorizzazioni, proponendo un’alternativa a benzina e Diesel. Qual è il suo pubblico ideale? Siamo andati a scoprirlo tra le strade piemontesi nei dintorni di Balocco e nei percorsi offroad dell’FCA Proving Ground.

Abbiamo provato sia le versioni da 240 CV (S e Trailhawk), sia quelle da 190 CV (Business e Limited), cercando di capirne pregi e difetti. Per entrambe le configurazioni, la potenza e lo spunto sono di prim’ordine. A dire la verità, la Compass più potente va veramente forte rispetto alle aspettative iniziali, sorprendendo per scatto e allungo, anche se il cambio automatico a 6 rapporti, come già visto su Renegade, potrebbe essere leggermente più veloce, permettendo performance ancora migliori.

A livello di assetto, invece, la Compass è molto ben tarata in fatto di assorbimento delle asperità, digerendo in maniera notevole ogni buca e dosso che si presenta sul nostro cammino. Quando si aumenta il passo il rollio c’è e si sente, ma la configurazione non è esageratamente turistica, permettendo di affrontare anche qualche curva a passo spedito, complice anche la funzionale modalità Sport. Non è quest’ultima, però, la feature principale di questa vettura, che, anzi, cerca di proporre un utilizzo veramente a 360°, dalla città con la modalità elettrica, all’autostrada, senza patemi di autonomia (ma con consumi più alti rispetto a un Diesel), passando attraverso percorsi extraurbani e strade bianche.

Proprio qui, abbandonando temporaneamente l’asfalto, la versione Trailhawk dà il meglio di sé. Il tratto di offroad affrontato proponeva sia ostacoli semplici, sia quelli più difficili, ma la Compass 4xe ha saputo dimostrare una buona fluidità nel superarli, complice la trazione integraleelettrica”, fornita, appunto dall’assale posteriore che viene mosso esclusivamente dal motore elettrico. Nonostante il peso maggiore (circa 200 kg sulla bilancia), la possibilità di dosare meglio la coppia del motore e il trasferimento di trazione dal termico a quello elettrico, permettono di usufruire appieno delle capacità fuoristradistiche di questa auto, che, non dimentichiamo, è garantita dall’ormai mitico badge “Trail Rated” simbolo delle ottime capacità in fuoristrada. A completare l’offerta, c’è sempre l’altrettanto famoso sistema Selec Terrain, che permette di scegliere le specifiche della vettura in base al fondo stradale che si sta affrontando. La trazione eAWD è stata promossa.

Tornando all’asfalto, bisogna precisare che con la Compass GSE e con la 4xe, la taratura delle sospensioni e, soprattutto, dello sterzo (che soffre ancora leggermente di vuoti al centro) sono state leggermente modificate, per venire maggiormente incontro ai gusti europei e questo è merito del fatto che il SUV di Jeep ora viene prodotto anche nell’eccellenza italiana dello Stabilimento di Melfi. Nonostante non sia il suo habitat ideale in autostrada la 4xe è capace di offrire una silenziosità di marcia molto buona, anche quando il motore termico è in funzione, a patto, però, di non tirare troppo le marce.

Infine, per quanto riguarda i consumi, il punto di arrivo a cui guardare è la versione Diesel, ma, i margini di miglioramento sono ancora ampi, soprattutto fuori dai circuiti cittadini, dove la percorrenza si attesta sui 7 l/100 km. Nel complesso, la Jeep Compass 4xe offre spazio, comfort e una versatilità con pochi paragoni, trovandosi a proprio agio in ogni condizione, dalla città al passo di montagna.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

ferrari roma

Ferrari Roma | Prova su strada, Listino Prezzi, Dimensioni, Interni, Motore

Quando venne presentata, lo scorso mese di novembre, in molti tra gli addetti ai lavori, …