in

John Elkann: “Titolo mondiale della Ferrari entro il 2026”

credit: @Scuderia Ferrari Press Office
Tempo di lettura: 2 minuti

Su una cosa in Ferrari vanno d’accordo. Resosi conto che il dominio del duo Verstappen-Red Bull è pressochè totale, e rischia di estendersi il prossimo e i prossimi anni, il team principal Mattia Binotto non può che allinearsi alle parole del suo presidente John Elkann.

Il nipote dell’Avvocato Agnelli si era sbilanciato affermando, nella giornata di sabato, che Ferrari può sì vincere il mondiale ma non quest’anno e nemmeno il prossimo, meglio tenersi larghi e dare come data il 2026, non si sa mai. A tale affermazione Binotto ha risposto dicendo che Ferrari tutta si aspetta di vincere l’iride entro il 2026, visto che…”la strada resta in salita”.

Il 2026, per chi segue la F1, non è una data casuale per almeno due motivi. Il primo è che entreranno in vigore i nuovi regolamenti, le power unit cambieranno e sarà di nuovo un punto zero per la F1. Il secondo motivo, più da nostalgici nonché veri appassionati del cavallino, è evitare che passino nuovamente vent’anni tra l’ultimo mondiale piloti e il successivo.

Raikkonen vinse con la Ferrari il suo unico titolo mondiale, l’ultimo iride piloti per la scuderia, nel 2007. Nel 2026 cadrebbe il ventennio preciso, e tutti sappiamo che Michael Schumacher riportò l’iride a Maranello nel 2000, a 21 anni di distanza dal 1979 quando fu Jody Scheckter a laurearsi campione.

Alla Rosea (Gazzetta dello Sport, ndr.) Binotto ha usato le solite parole di circostanza descrivendo la squadra come unita per fare bene e le vittorie di quest’anno non erano affatto scontate già solo a gennaio, prima che le F1 della nuova generazione mettesserro le ruote sull’asfalto. Binotto ha poi chiosato che da parte del presidente Elkann c’è sempre stato totale supporto al team, da ogni punto di vista.

A domanda diretta, Elkann ha risposto che non è totalmente soddisfatto del lavoro di Binotto, visto che “si può sempre far meglio“. Insomma, appare chiaro che la Ferrari ha già la testa al 2023 dove spera quanto meno di non ricadere negli errori di strategia che molte volte hanno contribuito ad affossarla nel corso di questa prima metà di campionato. Il mondiale è lì, sarà lotta aperta, ma un “vogliamo vincere”, senza specificare la data, forse sarebbe suonato meglio.

commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Loading…

    0
    Ferrari 360 challenge

    Va all’asta la Ferrari 360 Modena Challenge di Alessandro Nannini

    tornante lancia rally

    Incidente al Rally di Città di Torino: auto sulla folla [VIDEO]