sabato, 22 settembre 2018 - 14:45
Home / Notizie / Tecnologia / ll Centro Tecnico SEAT festeggia 40 anni

ll Centro Tecnico SEAT festeggia 40 anni

Tempo di lettura: 2 minuti.

44 anni fa la SEAT prese una decisione che avrebbe rivoluzionato il proprio futuro per sempre. L’Azienda decise infatti di creare un Centro Tecnico, divenuto realtà nel 1975 e concepito con l’obiettivo di garantire il progresso della Casa di Martorell, di creare un’identità e uno stile unici e impiegare costantemente le tecnologie più avanzate per i propri modelli.

Quest’anno, il Centro Tecnico SEAT (CTS) celebra il suo 40° anniversario. La sua nascita ha rappresentato una pietra miliare nella storia della Società e dell’industria automobilistica spagnola. Fin dall’inizio, il CTS ha plasmato il DNA SEAT affermandosi come cuore pulsante del Marchio di Martorell, attualmente primo investitore in Ricerca e Sviluppo in Spagna, con un investimento di 1,4 miliardi di Euro negli ultimi cinque anni.

40 anni di Ricerca e Sviluppo

Inaugurato nel 1975, il CTS occupava un’area di 130.000 m2, con una forza lavoro di 211 persone. Attualmente, il CTS si estende su 200.000 m2 e conta oltre 900 ingegneri e tecnici, numero destinato a toccare quota 1.000 entro la fine dell’anno. Nei suoi 40 anni di storia, il CTS è cresciuto e si è progressivamente evoluto. Non sono stati ampliati solo gli spazi; la forza lavoro è quadruplicata e nelle aree circostanti sono sorti altri importanti centri e strutture, tra cui spicca lo stabilimento di Martorell. Inaugurato nel 1993, attualmente è uno dei centri produttivi più moderni e sostenibili d’Europa, in grado di produrre 2.100 unità al giorno (443.000 nel 2014). Oggi, la SEAT vende i suoi modelli in 75 Paesi.

Il CTS è responsabile della creazione delle vetture più iconiche del Marchio, tra cui Leon, Ibiza, Toledo, Alhambra, Malaga, Marbella, Cordoba, Altea e Arosa. Grazie al CTS, tutti i modelli seguono un processo di sviluppo comune, che conferisce loro le forme e caratteristiche che contraddistinguono le SEAT.

Il CTS ha inoltre progettato concept car dallo stile futuristico o dalle dotazioni innovative rispetto ai modelli precedenti. Queste vetture costituiscono parte fondamentale della particolare storia e patrimonio dell’industria dell’automobile in Spagna: dalla prima Ibiza Cabrio (1986) e i successivi Proto TL e Proto C (1990) alla 20V20 (2015), passando per modelli come Marbella Playa (1991), Concept T (1992), Concept T Cabrio (1993), Cordoba Cabrio (1996), Bolero (1998), Formula (1999), Salsa (2000), Salsa Emocion (2000), Tango (2001), Cupra GT (2003), Leon Prototipo (2005), Ibiza Vaillante (2006), Altea Freetrack (2007), Tribu (2007), Bocanegra (2008), IBZ (2009), IBE (2010), IBX (2011), IBL (2011), Toledo Concept (2012) e Ibiza Cupster (2014).

Oltre a progettare vetture e concept car, il CTS ha sviluppato e implementato le più avanzate tecnologie, gli ecologici motori Ecomotive e innovativi sistemi di connettività.

Autore: Federico Ferrero

Direttore Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

CarPlay

Apple CarPlay si aggiorna con l’arrivo di iOS 12

Tempo di lettura: 1 minuto. Ormai non è più una novità trovare all’interno di un’auto la compatibilità con i protocolli …

something