in

La F1 2022 si mostra per la prima volta: ecco come saranno le nuove monoposto

F1 2022
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo l’anteprima esclusiva di LiveGP.it che ci ha permesso di scoprire come saranno le F1 che parteciperanno al mondiale di F1 a partire dal 2022, da Silverstone arriva la prima foto ufficiale, stavolta con le gomme montate, della F1 2022. Quella che doveva essere la grande rivoluzione che riporterà l’aerodinamica a un ruolo centrale, specie per quanto riguarda l’effetto suolo, è stata notoriamente rimandata di un anno a causa della pandemia.

Per la prima volta vediamo una monoposto di F1 2022, in scala 1:1, quindi reale, che Liberty Media ha fatto approntare per presentarla durante un evento dedicato ad alcuni selezionati ospiti, ma le foto hanno subito fatto il giro della rete.

La F1 2022 è sicuramente più semplice dal punto di vista aerodinamico: l’ala anteriore non è sorretta da due pontoni al muso, come avviene oggi, ma è direttamente solidale a quest’ultimo, più basso, un po’ come accadeva nei primi anni 90′ (ricorderete la famosa Ferrari 640 F1 rinominata “papera”).

Sono poi ampi gli end plate dell’ala, un po’ in stile Indycar, così come sono molto più prominenti le appendici che andranno a lambire il lato interno delle nuove gomme Pirelli, con cerchi da 18″. Pance vecchio stile, non più alte come oggi, ma sopratutto un fondo che inizierà ben prima dell’attuale, per creare ancor più effetto suolo.

Confermato l’halo, che forse si priverà delle varie appendici aerodinamiche che i team hanno studiato dalla sua introduzione (nel 2018) così come non cambierà eccessivamente la zona centrale del cofano motore, proprio perchè le power unit rimarranno pressochè le stesse di oggi almeno fino al 2026.

Le F1 2022 saranno però più corte e i tempi sul giro, almeno inizialmente, scenderanno di alcuni secondi rispetto alle attuali.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    cabrio e spider

    Auto cabrio e spider: un mercato morto? Ecco i numeri del segmento

    Aston Martin Valhalla: da concept car ad hypercar di serie