in

La Ford GT è pronta per la 24 Ore di Daytona

Tempo di lettura: 2 minuti

12 piloti, 4 vetture e un’unica squadra. Vincere la 24 Ore di Daytona è il leit motiv che ha animato il Team Ford Chip Ganassi e che ne ha motivato gli sforzi nell’ultimo periodo per prepararsi ad affrontare, da protagonisti, l’IMSA WeatherTech SportsCar Championship e il FIA World Endurance Championship 2017.

La storia sportiva di Ford nasce con la 24h di Daytona, infatti a partire dal 1966 l’antenata dell’attuale vettura, la Ford GT40 MkII vinse la prima edizione caratterizzata dall’attuale formato di 24 ore. Quest’anno, il Team Ford di Chip Ganassi schiererà 4 Ford GT, ognuna guidata da 3 piloti, tutti con alto potenziale. In primis, gli assi dell’Indycar Scott Dixon e Tony Kanaan. Ryan Briscoe e Richard Westbrook completano il line-up dei piloti della Ford GT #67, e Andy Priaulx e Harry Tincknell quello della #69.

Mentre per Kanaan si tratterà del debutto assoluto sulla Ford GT, per Tincknell l’esordio riguarderà la 24 Ore di Daytona, anche se, certamente, il suo non è un nome nuovo per l’ambiente delle corse automobilistiche. Per non parlare degli altri piloti a tempo pieno del Team Ford Chip Ganassi, che lo scorso anno hanno combattuto per la vittoria in ogni gara. Nel 2016, le Ford GT sono partite in pole position 8 volte, hanno vinto 6 gare, portando a casa la vittoria a Laguna Seca, Watkins Glen, Mosport, Le Mans, Fuji e Shanghai.

A guidare la squadra è il mitico Chip Ganassi, l’unico proprietario di una scuderia ad aver vinto la 24 Ore Le Mans, l’Indianapolis 500, la Daytona 500, la Brickyard 400, la 24 Ore di Daytona e la 12 ore di Sebring. Ganassi ha dichiarato che il Team Ford GT non ha ancora finito il proprio lavoro a Daytona, dopo il deludente inizio dello scorso anno.

In generale, quando ripenso al 2016, mi sento di dire ‘missione compiuta’ rispetto al nostro impegno con Ford”, ha commentato Ganassi. “Abbiamo vinto più gare, abbiamo gareggiato sia nell’IMSA che nel WEC e, soprattutto, abbiamo vinto a Le Mans. Come ogni nuovo percorso, ci sono stati alcuni momenti difficili, come è capitato qui a Daytona, ma abbiamo affrontato ogni difficoltà, chiudendo il 2016 molto forte. Quest’anno la storia è completamente diversa: non solo abbiamo 4 Ford GT invece di 2, ma possiamo anche vantare la vittoria a una 24 ore, e una stagione di esperienza in più alle spalle . Non vedo l’ora di scoprire cosa ci riserverà il futuro, in questa nuova stagione”.

Per seguire la gara live (la partenza è programma alle 14:30 di sabato ora locale) potete collegarvi al sito ufficiale dell’IMSA o seguire la gara sui social con l’hashtag #FordDaytona

Dì la tua

Honda cresce in Italia e in Europa

Nuova Peugeot 3008 eletta SUV business dell’anno 2017