in

La Volkswagen chiude il WRC 2014 con il record di vittorie

Tempo di lettura: < 1 minuto

Come classica ciliegina sulla torta, la Volkswagen vincendo il Rally di Gran Bretagna ha conquistato il primato di vittorie in una singola stagione. Dopo i titoli mondiali Costruttori e Piloti, questa ulteriore affermazione sottolinea che il WRC 2014 è stata una stagione davvero da incorniciare per la Casa di Wolfsburg, che si è riconfermata al vertice del movimento rallistico mondiale.

Ogier/Ingrassia, Campioni del mondo per la seconda stagione di fila, in Gran Bretagna sono saliti per l’ottava volta sul più alto gradino del podio. Partiti forte il venerdì, hanno guadagnato un margine sufficiente per amministrare i successivi giorni di gara in posizione di leader, gestendo senza pressione le insidie del tracciato.

Latvala, secondo classificato nella graduatoria del Mondiale Piloti, nell’ultima gara della stagione ha iniziato in modo positivo salvo poi, il sabato mattina, perdere più di tre minuti per un errore. Con una rimonta passata anche per quattro speciali vinte nell’ultima giornata, il finlandese è riuscito a risalire fino all’ottava posizione finale, vincendo anche la Power Stage.

È stata una gara altalenante quella di Mikkelsen che, a dispetto di un sabato in cui ha collezionato 4 prove speciali vinte e due secondi posti, è incorso in due uscite di strada, una il venerdì e una la domenica. Questa sfortunata prestazione non oscura però il buon risultato del norvegese che ha ottenuto il terzo posto assoluto nel Mondiale Piloti, salendo cinque volte sul podio. Da sottolineare, in particolare, i tre secondi posti ottenuti su altrettante superfici: ghiaccio e neve (Svezia), sterrato (Polonia)   asfalto
(Francia).

Participante

Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica.
La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Dì la tua

KIA al SEMA 2014

Suzuki Celerio: la prova in anteprima