in

Lamborghini Aventador: forse non tutti sanno che…

Lamborghini Aventador
Tempo di lettura: 2 minuti

Nel 2011 debuttava la Lamborghini Aventador, erede della Murcielago e di quel V12 che ancora oggi rappresenta il vertice ultimo della Casa di Sant’Agata, almeno a volerlo vedere come un mito che resiste davanti a una sempre più strategica elettrificazione. 

La Aventador debuttava quindi dieci anni fa con la LP 700-4: monoscocca in carbonio, prestazioni mozzafiato (qui la nostra prova della LP 750-4 Superveloce), in appena una decade è diventata la V12 Lamborghini più venduta di sempre con 10.000 unità, contro le 7.000 dei V12 precedenti, non solo della Murcielago. 

Vogliamo quindi raccontarvi qualche curiosità legata alla Lamborghini Aventador

Pensata come l’auto per Batman…e alla fine guidata da Christian Bale

L’Aventador rappresenta sicuramente uno dei modelli più significativi della gamma 12 cilindri Lamborghini, poiché idealizzata come l’auto di Batman. Nel 2012 vediamo una Lamborghini Aventador LP 700-4 targata “Gotham – 649 8227″, guidata da Bruce Wayne (interpretato da Christian Bale) in “The Dark Knight Rises”. Non è la prima volta però che la produzione sceglie Lamborghini come auto di rappresentanza del suo protagonista. In “Dark Knight” del 2008, secondo capitolo della serie, viene utilizzata una Lamborghini Murciélago LP640; mentre nel primo capitolo del 2005 “Batman Begins”, l’eroe ha guidato una Murciélago Roadster.

La prima Lamborghini ad aver adottato il Driving Mode personalizzabile – L’Aventador rappresenta inoltre la prima vettura su cui Automobili Lamborghini ha implementato la sospensione adattiva Magneride – prima Lamborghini con ruote sterzanti posteriori.

battitacco lamborghini aventador

Driving Mode Personalizzato

Il comportamento di tutti i contenuti tecnologici è gestito attraverso il selettore di modalità di guida, che porta a quattro possibili varianti: STRADA, SPORT, CORSA e la nuova modalità EGO.

Quest’ultima permette di impostare in modo indipendente le tre aree principali della vettura:

– Motopropulsore (motore, 4WD)

– Sterzo (Lamborghini Dynamic Steering, Lamborghini Rear-wheel Steering, Servotronic)

– Sospensioni (magneto-rheological suspension)

Per ciascuno delle tre aree il cliente può quindi scegliere il suo set-up preferito tra STRADA, SPORT e CORSA per creare una modalità individuale, modificando il carattere della Aventador secondo il suo umore.

L’ultima Aventador, anzi l’Ultimae

È del 2021 l’introduzione dell’ultima versione di Aventador: la Ultimae LP 780-4. L’ultima a montare un V12 non elettrificato (da 780 CV) e per questo la più rappresentativa, con la sua livrea esterna realizzata a mano, la targhetta commemorativa e tante altre peculiarità che rimaranno impresse nella storia. Sta finendo un’epoca per il mondo dell’auto, possiamo ufficialmente dire, da italiani, che la Lamborghini Aventador ha contribuito a scrivere importanti pagine di storia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Valentino Rossi

    Ritiro Valentino Rossi: futuro con le GT in pista e sogno 24 Ore di Le Mans?

    BMW X3 xDrive30e: prova su strada, interni, motore e prezzi